Capolavoro per Lecco. Il Mistero del Padre, il segno di Michelangelo

- DATA INIZIO: 06/12/2023

- DATA FINE: 03/03/2024

- LUOGO: LECCO – Palazzo delle Paure

- INDIRIZZO: Piazza xx settembre 22

- TEL: +39 0341 286729

Il disegno di Michelangelo “Il sacrificio di Isacco” al centro della quinta edizione del progetto Capolavoro per Lecco dedicata al tema della “centralità della paternità di Dio nel Natale”

Palazzo delle Paure di Lecco ospita la mostra Il Mistero del Padre, il segno di Michelangelo, fino al 3 marzo

 

Palazzo delle Paure di Lecco ospita la mostra Il Mistero del Padre, il segno di Michelangelo, fino al 3 marzo
Locandina

 

Edificato nel 1905 in stile eclettico neogotico su un precedente edificio, ospitava la Camera di Commercio.

Divenne poi sede dell’Intendenza di Finanza, con gli uffici delle imposte, del catasto e della dogana, e conservò tale funzione fino al 1964.

Tale ruolo gli valse l’appellativo di “Palazzo delle Paure”.

Nel 2012 il palazzo è stato ristrutturato dal Comune di Lecco che ne ha fatto la sede della sezione permanente di Arte contemporanea, Grafica e Fotografia della Galleria Comunale d’Arte, con al primo piano gli spazi per esposizioni temporanee.

Fino al 3 marzo 2024 Palazzo delle Paure ospita la mostra Il Mistero del Padre, il segno di Michelangelo quinta edizione di Capolavoro per Lecco, l’evento espositivo promosso dall’Associazione culturale e dalla Comunità pastorale Madonna del Rosario in collaborazione con il Comune di Lecco.

Tema di questa edizione è la centralità della paternità di Dio nel Natale.

La riflessione prenderà spunto da un soggetto, il Sacrificio di Isacco (Genesi 22), che fa da collegamento tra il mistero del Natale e il mistero della Pasqua: Gesù Cristo che nasce a Betlemme è il nuovo Isacco.

Anche in termini artistici la vicenda di Abramo e di suo figlio Isacco è occasione pressoché unica di raffigurare un evento “contro natura” – il padre che sacrifica il figlio per volere di Dio – scongiurato dall’intervento di Dio stesso solo un istante prima della catastrofe.

La mostra vive quindi attorno al capolavoro protagonista dell’esposizione, lo straordinario disegno del Sacrificio di Isacco, realizzato da Michelangelo Buonarroti intorno al 1530, apparso un’unica volta in mostra dopo il restauro del 2017.

Accanto al disegno di Michelangelo sono esposte altre tre opere con analogo soggetto, una tela seicentesca di Giuseppe Vermiglio e le repliche delle due formelle in rilievo create nel 1401 da Filippo Brunelleschi e Lorenzo Ghiberti, con cui i due massimi artefici del primo Rinascimento fiorentino parteciparono al concorso indetto per affidare la realizzazione della porta nord del Battistero di Firenze.

ORARI DI APERTURA

  • martedì 10.00 – 14.00
  • mercoledì > domenica 10.00 – 18.00

INFO

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.