Musei e luoghi di Cultura a Milano – Parte prima: Istituzioni Pubbliche

 

 

  1. MUSEO CIVICO DI STORIA NATURALE

INDIRIZZO

Corso Venezia, 55

(metro linea M1 fermata Palestro  e Porta Venezia)

ORARI

Tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 17.30

Lunedì chiuso

INFO

  1. +39 0288463337

https://www.comune.milano.it/aree-tematiche/cultura/musei-e-spazi-espositivi-informazioni

 

PRESENTAZIONE

Il Museo di Storia Naturale è il più antico museo civico milanese ed è oggi il centro delle attività del Giardino delle Scienze,  nei giardini di Porta Venezia, che comprende due grandi laboratori didattici, Paleolab e Biolab, e il Civico Planetario Ulrico Hoepli.

Il Museo è stato inaugurato nel 1844 dopo che l’autorità municipale aveva accettata la donazione delle collezioni del nobile milanese Giuseppe de Cristoforis e del botanico Giorgio Jan , che costituirono la prima base delle collezioni museali.

Tra le rarità: un Pliosauro appeso al soffitto (Sala 6); tra i dinosauri, lo scheletro completo di un Dinosauro a becco d’anatra, di un Tyrannosaurus rex; la ricostruzione di Triceratopo, tra i simboli del museo, e un calco del fossile di Ciro (Scipionyx samniticus), primo dinosauro italiano e unico al mondo fossilizzato con gli organi interni (Sala 7)E ancora, uno scheletro di capodoglio (12m), spiaggiato in Toscana, esposto nella fase di immersione (Sala 12); nella sezione “Storia naturale dell’uomo”, il calco di Lucy lo scheletro di Australopithecus afarensis (Sala 9); nella sezione Mineralogia (in riallestimento, riaprirà dal 2016) il cristallo di zolfo più grande del mondo, un topazio brasiliano di oltre 40 kg e diversi meteoriti

 

 

  1. PADIGLIONE d’ARTE CONTEMPORANEA –PAC

INDIRIZZO

via Palestro 14

( metro linea M1 fermata Palestro – M3 fermata Turati)

ORARI

mercoledì, venerdì, sabato e domenica  dalle ore 9.30 alle ore 19.30

martedì e giovedì  dalle ore 9.30 alle ore 22.30

INFO

http://www.pacmilano.it/

 

PRESENTAZIONE

Nato nel 1947 per raccogliere le collezioni civiche  del XX secolo , nel 1979 il PAC riapre , dopo una lunga chiusura per lavori di restauro, abbandonando definitivamente il ruolo museale a favore di mostre temporanee che indagano l’arte del XX secolo e le nuove sperimentazioni con l’obiettivo di acquisire opere per completare le collezioni civiche.

La duttilità dei suoi spazi consente al Padiglione di essere luogo molto adatto alla presenza e all’azione degli artisti contemporanei ospitati.

Ultima mostra in corso fino al  9 febbraio 2020 Australia. Storie dagli antipodi. la più grande ricognizione sull’arte australiana contemporanea mai realizzata al di fuori del continente; una selezione di 32 artisti, sia emergenti che affermati, appartenenti a diversi sviluppi e background culturali. Sono presenti dipinti, performance, sculture, video, disegni, fotografie e installazioni – alcune site specific – che tracciano un viaggio metaforico all’interno del panorama multiculturale dell’arte contemporanea australiana.

 

 

  1. GALLERIA D’ARTE MODERNA – GAM

INDIRIZZO

Via Palestro 16

(metro linea M1 e M2 fermata piazza Cavour)

ORARI

ORARI DI APERTURA MUSEO

martedì – domenica    dalle ore 9.00  alle ore  17.30

lunedì chiuso.

ORARI DI APERTURA MOSTRE

martedì – domenica   dalle ore 9.00 alle ore 19.30

lunedì chiuso.

Giorni di chiusura: 25 dicembre, 1° gennaio, Lunedì di Pasqua e 1° maggio

INFO

  1. +39 02 884.459.43

c.gam@comune.milano.it

http://www.gam-milano.com/

 

PRESENTAZIONE

Le collezioni della Galleria d’Arte Moderna sono allestite al primo e al secondo piano della Villa Reale, di via Palestro.

Sei sale presentano temi e personaggi del Neoclassicismo, fra i quali spiccano i capolavori di Appiani e Canova.

Due  sale sono dedicate al genere del ritratto, con particolare attenzione alle opere di Hayez. La stagione romantica è ripercorsa attraverso gli artisti principali (Faruffini, Mosè Bianchi, Induno, Piccio) e nella sala monografica dedicata alla Scapigliatura.

Le sale tematiche sul Divisionismo presentano opere di Segantini, Grubicy, Longoni, fino ai dipinti di soggetto sociale di Morbelli, Sottocornola e Nomellini.

Dopo la sezione con i capolavori di Medardo Rosso, il percorso al primo piano si conclude con le pitture simboliste di Previati e Segantini.

La visita prosegue al secondo piano con la Collezione Grassi, raccolta di capolavori di pittura italiana e straniera dal XIV al XX secolo, cui si aggiunge un nucleo di opere di arte orientale. Fra le opere esposte, pezzi unici di Manet, Cézanne, Van Gogh, Gauguin.

Segue poi la Collezione Vismara, che raccoglie opere di pittura e scultura del Novecento italiano (Carrà, De Pisis, Modigliani, Morandi, Sironi) e straniero (Picasso, Matisse, Renoir, Vuillard, Rouault, Dufy).

La Galleria presenta anche importanti mostre temporanee. Attualmente è in corso la mostra Canova. I volti ideali un prezioso percorso sul particolare e fortunato filone dell’ opera di Canova dedicato alle molte e diverse declinazioni della bellezza femminile e realizzato all’apice della sua carriera.

 

 

  1. LA TRIENNALE DI MILANO

INDIRIZZO

Via Emilio Alemagna,6

( metro  linee M1 e M2 fermate Cadorna Triennale)

ORARI

venerdì, sabato, domenica, martedì e mercoledì dalle ore 10.30 alle ore 20.30

Lunedì e giovedì chiuso

INFO

T,+39 02 724341/ +39 02 72434244

https://www.triennale.org

 

PRESENTAZIONE

Dal 1923, Triennale Milano è l’istituzione italiana dedicata al design, all’architettura, alle arti visive, sceniche e performative

La Triennale è istituzione che include elementi permanenti quali:

MUSEO del DESIGN

La collezione di Triennale include 1.600 oggetti di design italiano, dal 1927 ad oggi: arredo, complementi, elettronica. Inoltre, custodisce oltre 300 modelli della Collezione Giovanni Sacchi, oltre 3.000 disegni di Alessandro Mendini, oltre 500 artefatti grafici dalla Collezione della Grafica della storia di Triennale e delle sue 22 Esposizioni Internazionali, fondi fotografici, 60 tra capi e cartamodelli della Collezione Nanni Strada, 1.265 tra libri, materiali, documenti intorno al tema del colore del fondo Clino Trini Castelli Color Library, 566 disegni e progetti grafici di comunicazione dalla Collezione Sirio Galli, materiali grafici relativi al design italiano degli anni Settanta-Novanta.

ARCHIVIO FOTOGRAFICO e ARCHIVIO AUDIOVISIVO

Che documenta le attività della Triennale dalla prima edizione del 1923 tenuta a Villa Reale a Monza alle più recenti attività

Ma la mission prima della Triennale è l’organizzazione della grande

ESPOSIZIONE TRIENNALE giunta nel 2019 alla sua XXII edizione.
Comunque la sua attività continua  prevede la produzione di mostre, convegni ed eventi di arte, design, architettura, moda, cinema, comunicazione e società. Non mancano attività permanenti di laboratorio e ricerca   e spettacoli d’avanguardia.

Attualmente sono in corso alcune mostre:

-OooOoO  Koo Jeong A, un grande skatepark multisensoriale progettato dall’artista sudcoreana Koo Jeong A fino al 16 febbraio 2020

-Lele Saveri , mostra fotografica sui movimenti di piazza ad Hong Kong, fino al 19 gennaio 2020

-I quaderni di Giancarlo De Carlo 1966 – 2005 a cento anni dalla nascita. In mostra i quaderni di Giancarlo De Carlo – architetto, urbanista, teorico dell’architettura e accademico italiano – finora mai esposti al pubblico. Fino al 29 marzo 2020.

 

 

  1. MUSEO DELLE CULTURE – MUDEC

INDIRIZZO

Via Tortona 56

(metro linea M2 fermata porta Genova)

ORARI

lunedì  dalle ore 14.30 alle 19.30

martedì – mercoledì – venerdì – domenica  dalle ore 09.30 alle 19.30

giovedì – sabato  dalle ore 09.30 alle 22.30

INFO

  1. +39 0254917

https://www.mudec.it

 

PRESENTAZIONE

Nato da un’operazione di recupero di archeologia industriale nell’area dell’ex fabbrica Ansaldo, in zona Tortona, il MUDEC è luogo d’incontro fra le culture e le comunità. All’interno dell’edificio si sviluppano diversi spazi che offrono al visitatore e alla città una molteplicità di proposte culturali e di servizi, distribuiti su 17.000mq. L’area espositiva del Museo, al primo piano, si sviluppa intorno ad una grande piazza centrale coperta e ospita la sezione del percorso museale con le opere della collezione permanente e le sale dedicate alle grandi mostre temporanee.

Collezione Permanente

Il Museo comprende opere d’arte, oggetti e documenti selezionati non solo per lo straordinario valore culturale ed estetico, ma anche, appunto, come testimonianza del sempre diverso atteggiamento con il quale la nostra società ha guardato verso orizzonti culturali sconosciuti

Mostre temporanee

L’attività di organizzazione di mostre temporanee è continua e multidisciplinare. Arte, storia, fotografia e comunque in grado di documentare civiltà a noi lontane.

Sono attualmente in corso le mostre Impressioni d’oriente. Arte e collezionismo tra Europa e Giappone , fino al 2 febbraio 2020 ed Elliot Erwitt.Family, mostra fotografica fino al 15 marzo 2020

 

 

  1. CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO

INDIRIZZO

Corso Magenta 15

(Metro linee M1 e M2 fermata Cadorna)

ORARI

Da martedì a domenica dalle ore 9.00 alle 17.30

chiuso Lunedì , 1 gennaio, 1 maggio e 25 dicembre

INFO

http://www.museoarcheologicomilano.it/wps/portal/luogo/museoarcheologico

 

PRESENTAZIONE

Il sito e le collezioni del Museo presentano:

Milano Romana. Il percorso espositivo ripercorre i primi mille anni di storia di Milano (V sec. a.C. – V sec. d.C.), collegando i reperti archeologici provenienti dalla città ai relativi contesti storici e culturali e integrandoli nella topografia urbana.

Collezione etrusca. Una ricca collezione di antichità etrusche formatasi tra Ottocento e Novecento.

Collezione Greca. Una selezione del vasto patrimonio archeologico ellenico del Museo, arricchitosi con il deposito di materiali da parte della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia

Arte del Gandhara una serie di statue e rilievi aventi per soggetto la dottrina Buddhista sviluppatasi nel Nord-ovest del Subcontinente indiano nei primi secoli d.C.

L’arte del Gandhara si caratterizza per la concorrenza di elementi riconducibili a diverse tradizioni: indiana, ellenistica e iranica

Cesarea Marittima. Reperti provenienti dagli scavi della città romana in Israele, oggetto di scavi di una missione archeologica italiana negli anni Sessanta, donati dal governo di Israele come premio di rinvenimento alla Missione Archeologica, che li donò al Museo di Milano

Collezione Egizia e preistorica sono esposte nel Castello Sforzesco.

 

 

  1. MUSEO d’ARTE ANTICA – Castello Sforzesco

INDIRIZZO

Castello Sforzesco, Piazza Castello

(metro Linea M1 fermate Cairoli e Cadorna FN – M2 fermate Lanza e Cadorna FN)

ORARI

Da martedì a domenica dalle ore 9.00 alle 17.30

chiuso Lunedì , 1 gennaio, 1 maggio e 25 dicembre

INFO

  1. +39 02.88463700

https://arteantica.milanocastello.it/

 

PRESENTAZIONE

I beni del Museo traggono la loro origine da due istituzioni: il Museo Patrio di Archeologia, di fondazione statale (1862) e il Museo Artistico Municipale, voluto dall’amministrazione civica (1878). Dal 1956 ha la denominazione attuale quale  esposizione permanente delle sculture e dei monumenti architettonici che contrassegnano l’arte lombarda dall’Alto Medioevo fino al pieno Rinascimento.

Il patrimonio del Museo è costituito infatti  in larga misura da materiali lapidei: statue, membrature architettoniche, monumenti celebrativi e funerari. Tranne rari esemplari, l’intera raccolta proviene da edifici e da strutture innalzati entro la cerchia delle mura medioevali di Milano.

 

 

  1. PINACOTECA – Castello Sforzesco

 INDIRIZZO

Castello Sforzesco, Piazza Castello

(metro Linea M1 fermate Cairoli e Cadorna FN – M2 fermate Lanza e Cadorna FN)

ORARI

Da martedì a domenica dalle ore 9.00 alle 17.30

chiuso Lunedì , 1 gennaio, 1 maggio e 25 dicembre

INFO

T +39 02.88463700

c.museiartistici@comune.milano.it

https://pinacoteca.milanocastello.it

 

PRESENTAZIONE

La Pinacoteca di Castello Sforzesco si forma grazie alla precisa volontà di alcuni benemeriti personaggi milanesi che intesero, con loro lasciti, dotare la città di Milano di un proprio patrimonio d’arte. La vicenda ufficiale della Pinacoteca prende avvio nel 1878 con l’inaugurazione del Museo Artistico Municipale; dal 1900 ha sede presso il Castello.

U.n itinerario che privilegia i temi salienti della pittura lombarda dalla metà del XV secolo fino alle soglie del Neoclassicismo. Sono, inoltre, proposti due significativi nuclei pittorici di ambito veneto e una collana di quadri fiammingo-olandesi del XVII secolo.

Alcuni capolavori qualificano il percorso:  la Madonna in trono tra santi di Andrea Mantegna del 1497, il Ritratto di Lorenzo Lenzi effigiato da Bronzino intorno al 1525 e, ancora, opere di Correggio, Tiziano e Tintoretto che tramandano le fisionomie di personaggi illustri.

 

 

  1. MUSEO delle ARTI DECORATIVE – Castello Sforzesco

INDIRIZZO

Castello Sforzesco, Piazza Castello

(metro Linea M1 fermate Cairoli e Cadorna FN – M2 fermate Lanza e Cadorna FN)

ORARI

Da martedì a domenica dalle ore 9.00 alle 17.30

chiuso Lunedì , 1 gennaio, 1 maggio e 25 dicembre

INFO

T +39 02.88463700

c.museiartistici@comune.milano.it

https://artidecorative.milanocastello.it

 

PRESENTAZIONE

Collocato in alcune sale della Corte Ducale e al primo e al secondo piano della Rocchetta, il Museo delle Arti Decorative costituisce una delle più rilevanti raccolte di questa tipologia esistente in Italia. Documenta, infatti, l’evoluzione del gusto e degli stili nelle arti suntuarie, decorative e applicate dall’epoca paleocristiana agli anni Cinquanta del Novecento, raggiungendo il XXI secolo per quanto riguarda i vetri artistici.

La collezione comprende arazzi, armi, avori, bronzi, ceramiche, cuoi, ferri battuti, maioliche, oreficerie, orologi, porcellane, smalti, tessuti, strumenti scientifici, vetri

In particolare l’ampiezza e la varietà delle tipologie  di opere in vetro presenti in museo ne fa una delle più complete raccolte italiane in questo ambito.

 

 

  1. MUSEO DEGLI STRUMENTI MUSICALI – Castello Sforzesco

INDIRIZZO

Castello Sforzesco, Piazza Castello

(metro Linea M1 fermate Cairoli e Cadorna FN – M2 fermate Lanza e Cadorna FN)

ORARI

Da martedì a domenica dalle ore 9.00 alle 17.30

chiuso Lunedì , 1 gennaio, 1 maggio e 25 dicembre

INFO

T +39 02.88463700

https://strumentimusicali.milanocastello.it

francesca.tasso@comune.milano.it

PRESENTAZIONE

La ricca collezione di strumenti musicali del museo è introdotta da una sezione dedicata alla collezione della famiglia  di liutai, i Monzino: attrezzi e materiali per realizzare strumenti ad arco e a pizzico, come forme di violini e chitarre, seghetti, scalpelli, e una quarantina di strumenti musicali. A un nucleo  di esemplari realizzati tra il XVII e il XVIII secolo, collezionati dalla famiglia stessa, seguono strumenti di numerosi liutai che lavorarono alle dipendenze dei Monzino.

Seguono poi le sale con gli strumenti musicali organizzate per raggruppamenti tipologici:

strumenti ad arco, a pizzico, a fiato, a tastiera.

Nel Museo si possono inoltre ammirare diversi esemplari di arpe, pochette, i violini tascabili tipici dei maestri di danza del Settecento, e alcune ghironde, strumenti di origine medievale che ebbero fortuna negli ambienti aristocratici della Francia fra Sette e Ottocento, ancora oggi utilizzati nell’ambito della musica popolare.

Fanno infine  parte della Collezione dal 2008le macchine dello Studio di Fonologia Musicale della Rai, istituito ufficialmente nel 1955 e rimasto attivo fino al 1983.

 

Leave a Comment

MUNTADAS. Interconnessioni (ArtCity2020)

MUNTADAS. Interconnessioni (ArtCity2020)

Per la prima volta in un Museo italiano Antoni Muntadas, uno dei pionieri della Media Art nell’ambito dell’arte concettuale MUNTADAS. Interconnessioni (ArtCity2020) Muntadas. Interconnessioni è uno dei Main project di ART CITY Bologna 2020. La mostra rientra nel programma istituzionale

Leggi Tutto »
Mutazioni Resistenti - BOLOGNA – Teatro Arena del Sole

Mutazioni Resistenti

Un Teatro che guarda alla città. Una mostra fotografica al Teatro Arena del sole entra con l’obiettivo nelle trasformazioni della città  mescolando tre generi fotografici: architettonico, ritrattistico e fotogiornalistico Mutazioni Resistenti     Progettata come “luogo dato agli spettacoli diurni”,

Leggi Tutto »
Caravaggio-Bernini. Baroque in Rome

Caravaggio-Bernini. Baroque in Rome

Caravaggio e Bernini furono determinanti per orientare le sorti, rispettivamente, della pittura e della scultura del XVII secolo Caravaggio-Bernini. Baroque in Rome     Michelangelo Merisi detto il Caravaggio  ( 1571 – 1610) e Gian Lorenzo Bernini (1598 – 1680),

Leggi Tutto »
Momentary Monument The Library - LARA FAVARETTO Blind Spot

LARA FAVARETTO: Blind Spot

Una libreria che espone oltre 2.000 libri raccolti a Miami e salvati dal macero è una delle opere in mostra alla personale di Lara favaretto LARA FAVARETTO: Blind Spot     Bass Museum of Art fu aperto nel 1963, quando

Leggi Tutto »
FIRENZE LAI. L’équilibre des blancs

Firenze Lai

La prima mostra personale in Europa dell’artista di Hong Kong Firenze Lai, con personaggi in movimento negli ambienti urbani FIRENZE LAI. L’équilibre des blancs     Il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Saint-Etienne Métropole (MAMC +) è il primo

Leggi Tutto »