Andreas Fogarasi: 1978

- DATA INIZIO: 08/05/2023

- DATA FINE: 22/07/2023

- LUOGO: TORINO - Quartz Studio

- INDIRIZZO: Via Giulia di barolo,18

- TEL: +39 338 4290085

Il lavoro di Andreas Fogarasi si concentra sui punti di contatto tra la cultura visiva – belle arti, design, architettura – e la realtà sociale

Andreas Fogarasi: 1978 – Mostra Torino

 

Mostra Fogarasi Torino
Installation view

 

TORINO – Quartz Studio Via Giulia di barolo,18

Dal 08/05 al 22/07/2023

Quartz Studio è uno spazio di arte contemporanea fondato a Torino nel 2014.

Lo spazio si compone di una stanza/esposizione sulla strada, di fatto uno spazio artistico mono-stanza.

Le caratteristiche fondamentali dello spazio con cui gli artisti si relazionano sono le piccole proporzioni, il pavimento in cemento, il soffitto a volta e la visibilità dall’esterno.

Dall’8 maggio 2023 Quartz Studio ospita la prima mostra personale a Torino dell’artista austriaco Andreas Fogarasi (Vienna, Austria, 1977).

Il lavoro di Andreas Fogarasi si concentra sui punti di contatto tra la cultura visiva – belle arti, design, architettura – e la realtà sociale.

La città con le sue molteplici superfici è oggetto centrale delle osservazioni di Fogarasi.

Scrutando il suo tessuto in continua evoluzione, egli  analizza l’emergere e l’espressione visibile di strutture politiche, economiche, culturali e sociologiche ponendosi le domande:

Che aspetto hanno la società, la politica o la storia?

Dove e come i parametri di base delle nostre comunità diventano evidenti negli ambienti accuratamente progettati della nostra vita quotidiana?

I processi di trasformazione urbana e le loro manifestazioni nelle superfici sono anche al centro della sua serie “Nine Buildings, Stripped” (in corso dal 2019) – “pacchetti di materiali” montati a parete composti da frammenti di edifici che non esistono più (elementi di facciata, pavimentazioni piastrelle, finestre, mattoni, ecc.), offrono ritratti radicalmente astratti di specifiche situazioni urbane, ridotte a materialità, colori e qualità tattili.

Tra immagine e scultura, superficie e profondità, documento e costruzione, le sue opere incarnano esempi di come costruiamo e ricostruiamo costantemente.

Il suo lavoro è come un fermo immagine che cattura la complessità della genesi della città in vividi tableaux.

Per la mostra personale al Quartz Studio Fogarasi ha realizzato cinque nuovi lavori a partire da materiali da costruzione trovati nella città di Torino: una porta di un appartamento, una finestra industriale in vetroresina delle Officine Grandi Motori, piastrelle, carte da parati e un reticolo di ferro, materiali con i quali l’artista riesce a creare composizioni geometriche astratte, ma site-specific.

Legati con fasce di ferro e appesi al muro, sono ritratti materici della città.

Quest’opere è specificamente dedicata a un edificio vicino al Quartz Studio, la Cavallerizza Reale, un complesso edilizio progettato intorno al 1740 dall’architetto Benedetto Alfieri per i cavalli della corte reale.

Questo spazio è stato abbandonato per anni finche è stato recuperato e dal 2014 è diventato spazio aperto alla vita culturale della città.

Ma oggi sta vivendo un presente incerto segnato da incendi ed eventi che mettono in discussione il suo futuro come spazio aperta alla città.

 

GUIDO MOCAFICO. Serpens
GUIDO MOCAFICO. Serpens
Posted on
CONTEMPORANEA.  Capolavori dalle collezioni di Parma
CONTEMPORANEA. Capolavori dalle collezioni di Parma
Posted on
FRANCO MARIA RICCI. L’Opera al Nero
FRANCO MARIA RICCI. L’Opera al Nero
Posted on
Il catalogo del mondo: Plinio il Vecchio e la Storia della Natura
Il catalogo del mondo: Plinio il Vecchio e la Storia della Natura
Posted on
LA BIENNALE DELLO STRETTO seconda edizione 2024. Le tre linee d’acqua – Le città del futuro
LA BIENNALE DELLO STRETTO seconda edizione 2024. Le tre linee d’acqua – Le città del futuro
Posted on
Previous
Next
GUIDO MOCAFICO. Serpens
CONTEMPORANEA. Capolavori dalle collezioni di Parma
FRANCO MARIA RICCI. L’Opera al Nero
Il catalogo del mondo: Plinio il Vecchio e la Storia della Natura
LA BIENNALE DELLO STRETTO seconda edizione 2024. Le tre linee d’acqua – Le città del futuro

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.