MAN RAY. Liberating photography

- DATA INIZIO: 29/03/2024

- DATA FINE: 04/08/2024

- LUOGO: LOSANNA - PHOTO ELYSEE

- INDIRIZZO: Place de la Gare 17 - 1003 Lausanne. CH

- TEL: +41 21 318 44 00

Man Ray ha sperimentato la camera oscura, trasformando il medium fotografico in un potente strumento di espressione artistica

PHOTO ELYSEE di Losanna presenta la mostra fotografica MAN RAY. Liberating photography, aperta fino al 4 agosto

 

 

PHOTO ELYSEE di Losanna presenta la mostra fotografica MAN RAY. Liberating photography, aperta fino al 4 agosto
Installation view

 

Il museo cantonale della fotografia PHOTO ELYSEE di Losanna, è uno dei più importanti musei dedicati alla fotografia riconosciuti a livello internazionale.

Dalla sua creazione, che risale al 1985, il Museo s’interroga sulla fotografia e ne diffonde la conoscenza grazie a pubblicazioni di riferimento, mostre innovative ed eventi aperti al grande pubblico.

Dal 29 marzo 2024 Photo Elysee presenta la mostra Liberating photography/Fotografia liberatoria di Man Ray.

Passato alla storia come uno dei più grandi fotografi del XX secolo, Man Ray è stato anche uno straordinario pittore, scultore e regista d’avanguardia, la cui poetica è stata caratterizzata fin dagli esordi dall’ironia, dalla sensualità e dalla volontà di sperimentare, di rompere gli schemi e creare nuove estetiche.

Man Ray era nato nel 1890 a Filadelfia e aveva esordito a New York con la prima mostra personale nel 1915 ponendosi come uno dei protagonisti del movimento DADA insieme a Marcel Duchamp, amico e complice artistico di una vita.

 Dall’incontro di Man Ray e Duchamp sono nate autentiche icone dell’arte del XX secolo fotografie che rimettono in discussione l’idea stessa di ritratto e di realtà, dove la superficie impolverata di un vetro diventa un paesaggio alieno, futuribile.

A Parigi era arrivato nel 1921 entrando in contatto con artisti e intellettuali dell’avanguardia europea.

Qui conosce Jean Cocteau, André Breton, Francis Picabia, Joan Miró, Salvador Dalí, Henri Matisse e Max Ernst.

Incontra altresì Gertrude Stein, Virginia Woolf, Igor Stravinsky, Ernest Hemingway, Arnold Schoenberg e James Joyce.

 Man Ray ritrae celebrità, ma esplora anche il genere del nudo femminile, lavorando con quelle che considera le sue muse, quali Lee Miller, Kiki de Montparnasse, Meret Oppenheim o Adrienne Fidelin.

La mostra di Losanna, curata da una collezione privata, esplora la complessa e molteplice attività dell’artista, presentando alcune delle opere più emblematiche.

Oltre a presentare un abbagliante Who’s Who of the Parisian Avant-Garde, le opere evidenziano anche le innovazioni fotografiche che Man Ray ha realizzato a Parigi negli anni ’20 e ’30.

ORARI

  • Mercoledì > lunedì 10.00 – 18.00 (giovedì chiude ore 20.00)

INFO

VALERIO ADAMI. Pittore di idee
VALERIO ADAMI. Pittore di idee
Posted on
FLAVIO ORLANDO. Tappa fissa
FLAVIO ORLANDO. Tappa fissa
Posted on
Estetica della deformazione. Protagonisti dell’Espressionismo Italiano
Estetica della deformazione. Protagonisti dell’Espressionismo Italiano
Posted on
MARINO MARINI. Arcane fantasie
MARINO MARINI. Arcane fantasie
Posted on
ISABELLA DUCROT. Vegetal devotion
ISABELLA DUCROT. Vegetal devotion
Posted on
Previous
Next
VALERIO ADAMI. Pittore di idee
FLAVIO ORLANDO. Tappa fissa
Estetica della deformazione. Protagonisti dell’Espressionismo Italiano
MARINO MARINI. Arcane fantasie
ISABELLA DUCROT. Vegetal devotion

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

2 thoughts on “MAN RAY. Liberating photography

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.