PercORSI. Le forme del ritratto nelle fotografie di CARLO ORSI

- DATA INIZIO: 18/05/2024

- DATA FINE: 21/07/2024

- LUOGO: BRESCIA – MO.CA. /Centro per le nuove Culture

- INDIRIZZO: Palazzo Martinengo Colleoni di Malpaga – via Moretto 78

- TEL: +39 0302978831

Carlo Orsi è stato il primo assistente di Ugo Mulas da cui apprende i segreti della camera oscura e decolla la sua professione

Il MO.CA. /Centro per le nuove Culture di Brescia presenta la mostra PercORSI. Le forme del ritratto nelle fotografie di CARLO ORSI

 

Il MO.CA. /Centro per le nuove Culture di Brescia presenta la mostra PercORSI. Le forme del ritratto nelle fotografie di CARLO ORSI
Locandina

 

MO.CA. /Centro per le nuove Culture di Brescia è un incubatore di progetti innovativi nel campo dell’arte, cultura e creatività contemporanea.

Dal 2016 ha sede nello storico Palazzo Martinengo Colleoni di Malpaga e negli anni si è sviluppato come un laboratorio di sperimentazione progettuale e uno spazio di aggregazione che offre esperienze artistico-culturali e occasioni di crescita professionale e imprenditoriale.

Dal 18 maggio al 21 luglio, nell’ambito di Testimoni, VII edizione del Brescia Photo Festival, il Mo.Ca. – Centro per le Nuove Culture accoglie la mostra PercORSI. Le forme del ritratto nelle fotografie di Carlo Orsi, omaggio a un grande maestro della fotografia italiana: Carlo Orsi (1941-2021).

Giovane assistente di Ugo Mulas, Carlo Orsi si è fatto presto strada da solo come reporter di qualità e di molteplici interessi.

Nelle fotografie di Carlo ci sono ritratti, donne padrone della propria libertà, c’è l’architettura urbana, un’umanità vispa.

Ci sono le sue passioni, per Milano, le Dolomiti, i motori, la convivialità e l’arte.

Magnifico e praticamente introvabile il libro Milano realizzato nel 1965 con Dino Buzzati, e storici i volumi Extasi sulla caduta del muro di Berlino, nonché l’opera Atto Unico, Jannis Kounellis.

Un autore capace di spaziare dalla moda al reportage, dal ritratto alla ricerca e dal glamour alla sperimentazione, mantenendo iconico e immediatamente riconoscibile il suo stile.

La mostra, curata da Margherita Magnino e Silvana Beretta, si concentra sui ritratti che l’artista ha realizzato nel mondo dell’arte, del cinema, dello sport, della musica, della moda e della cultura, attraverso 80 immagini capaci di raccontare l’evolversi di una società attraverso gli sguardi e le pose dei suoi interpreti.

ORARI DI APERTURA

  • Martedì > domenica 15.00 – 19.00
  • (Gli orari variano in base alla mostra, verificare in Agenda)

INFO

VALERIO ADAMI. Pittore di idee
VALERIO ADAMI. Pittore di idee
Posted on
FLAVIO ORLANDO. Tappa fissa
FLAVIO ORLANDO. Tappa fissa
Posted on
Estetica della deformazione. Protagonisti dell’Espressionismo Italiano
Estetica della deformazione. Protagonisti dell’Espressionismo Italiano
Posted on
MARINO MARINI. Arcane fantasie
MARINO MARINI. Arcane fantasie
Posted on
ISABELLA DUCROT. Vegetal devotion
ISABELLA DUCROT. Vegetal devotion
Posted on
Previous
Next
VALERIO ADAMI. Pittore di idee
FLAVIO ORLANDO. Tappa fissa
Estetica della deformazione. Protagonisti dell’Espressionismo Italiano
MARINO MARINI. Arcane fantasie
ISABELLA DUCROT. Vegetal devotion

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.