HISTRI in ISTRIA / Histri u Istri

- DATA INIZIO: 15/12/2023

- DATA FINE: 01/04/2024

- LUOGO: TRIESTE - Museo di Antichità “J.J. Winckelmann”

- INDIRIZZO: Piazza della Cattedrale, 1/ via della Cattedrale, 15

Per la prima volta in Italia testimonianze del popolo degli Istri in mostra a Trieste

Il Museo di Antichità “J.J. Winckelmann” di Trieste propone la grande mostra HISTRI in ISTRIA / Histri u Istri

 

Il Museo di Antichità “J.J. Winckelmann” di Trieste propone la grande mostra HISTRI in ISTRIA / Histri u Istri
Locandina

 

Dal 15 dicembre 2023 sono esposti per la prima volta in Italia al Museo di Antichità “J.J. Winckelmann” di Trieste 240 reperti archeologici per la mostra “Histri in Istria”, curata da Martina Blečić Kavur, dell’Università del Litorale Koper/Capodistria.

La mostra è realizzata in collaborazione con il Museo Archeologico dell’Istria di Pola/Arheološki Muzej Istre u Puli e organizzata con la partecipazione attiva del Comune di Trieste.

È incentrata su storia, usi e costumi degli Istri, il popolo che ha dominato la vicina penisola istriana dal XII secolo a.C. fino alla definitiva conquista romana avvenuta nel 177 a.C.

Attraverso un percorso visuale ed espositivo, i visitatori possono ammirare una serie di reperti, tra i più significativi del patrimonio artistico e culturale istriano, che sono stati oggetto di allestimento nel 2013 nello spazio espositivo “Sacri Cuori” a Pola.

I reperti presentati sono il risultato di lunghe attività di ricerca e di attenti scavi archeologici nelle ricche necropoli e tombe degli Istri: provengono da tutta l’Istria, ma soprattutto dalla capitale del regno degli Istri, Nesazio, e poi da Pizzughi e dal Castelliere di Leme.

Sono oggetti che ci parlano degli usi e costumi di questo popolo e della sua cultura dell’aldilà.

Fulcro della mostra è la tomba esplorata nelle fondamenta del tempio romano B, nel 1981 a Nesazio, ricca di materiale archeologico.

 Tra i reperti certamente oggetto di interesse per i visitatori si segnalano le situle e un esemplare di imbarcazione che si fa risalire al 1200 a.C.

Rinvenuta 10 anni fa a due metri di profondità nel mare di Zambrattia, un villaggio del comune di Umago nell’Istria del nord, rappresenta uno dei più antichi esemplari di imbarcazione del Mediterraneo.

 Lunga circa 10 metri, è uno dei pochi esempi rappresentativi di una tecnica di costruzione utilizzata in un’epoca così antica: l’imbarcazione è costruita senza chiodi e le sue tavole di legno sono assemblate soltanto con cordame.

ORARI DI APERTURA

  • martedì a domenica 10.00-17.00

INFO

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.