PIETRO ANNIGONI. pittore di magnifico intelletto

- DATA INIZIO: 15/12/2023

- DATA FINE: 15/03/2024

- LUOGO: LIVORNO - Granai di Villa Mimbelli

- INDIRIZZO: via San Jacopo in Acquaviva, 65 — 57127 Livorno

- TEL: +39 0586/824606 – 824607

Il ritratto della Regina Elisabetta II d’Inghilterra ha reso famoso Annigoni, grande ritrattista del XX  secolo, al grande pubblico

Ai Granai di Villa Mimbelli di Livorno si tiene la mostra PIETRO ANNIGONI. pittore di magnifico intelletto

 

Ai Granai di Villa Mimbelli di Livorno si tiene la mostra PIETRO ANNIGONI. pittore di magnifico intelletto
Locandina

 

Si è aperta al pubblico presso i Granai di Villa Mimbelli a Livorno il 15 dicembre 2023 la mostra Pietro Annigoni, pittore di magnifico intelletto, curata da Emanuele Barletti, promossa da Comune di Livorno e Fondazione Livorno.

Si tratta della più ampia mostra antologica dedicata a Pietro Annigoni negli ultimi vent’anni, sulla scia della grande iniziativa monografica realizzata a Palazzo Strozzi a Firenze nel 2000 per celebrare l’artista dopo la scomparsa avvenuta nel 1988.

Pietro Annigoni (Milano, 1910 – Firenze, 1988) è stato uno tra i maggiori artisti italiani del Novecento, appartenente al gruppo dei “pittori moderni della realtà” costituito con Gregorio Sciltian, Antonio e Xavier Bueno al quale si aggiungono successivamente Giovanni Acci, Carlo Guarienti e Alfredo Serri.

Erano artisti che, nel biennio 1947-1949, si schierano contro gli esiti del modernismo e gli “abbagli” dell’École de Paris, in difesa della grande tradizione pittorica italiana.

Essi esprimevano il desiderio di una rinascita della pittura che corrisponde a una parallela rinascita dell’umanità dopo la distruzione, le privazioni e la sofferenza del recente conflitto mondiale

Come tutti i componenti di quel gruppo Pietro Annigoni, pur apprezzato dal pubblico e dalla committenza, era disapprovato dalla critica che considerava la sua pittura anacronistica.

Ma Annigoni era un grande ritrattista, ha saputo rappresentare gli uomini e le donne del suo tempo ritraendo non solo i loro volti ma anche le loro anime.

Molti sono i ritratti dei suoi familiari, modelli ideali di esercizio visivo e pratico in quanto, chiaramente, più direttamente disponibili fin dalle prime esperienze giovanili.

Celeberrimo è il ritratto che lo fece conoscere in tutto il mondo: quello fatto alla Regina Elisabetta II,realizzato nel 1954-55 da Annigoni all’allora giovane Sovrana agli esordi della sua missione, ritratto che è divenuto una vera e propria immagine iconica del Novecento.

La mostra non si limita tuttavia ai ritratti ma propone la varietà di interessi, dai paesaggi colti spesso in schizzi che egli realizzava nei suoi numerosi viaggi, in Italia e all’estero, al mare, tema peraltro che lega fortemente Annigoni alla città di Livorno.

Nei decenni centrali del Novecento, infatti, Annigoni frequentava volentieri la città labronica dei vecchi e nuovi quartieri inscindibilmente legati al mare.

Apprezzava la sua gente dal temperamento schietto, ma anche la ricchezza del suo tessuto culturale animato da innumerevoli presenze artistiche e letterarie di alto spessore intellettuale.

Soprattutto, però, era attratto e amava quelle distese marine che si aprivano oltre il Porto Mediceo con le loro promesse di infinito e di libertà, da respirare a pieni polmoni a bordo della sua imbarcazione, la Bimba, un vecchio peschereccio che guidava lui stesso come un provetto marinaio.

ORARI DI APERTURA

  • venerdì, sabato e domenica: 10.00-13.00 | 16.00-19.00

INFO

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.