NANE ZAVAGNO. L’arte, una vita.

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari di apertura, di ultimo ingresso e condizioni di accesso in relazione alle vigenti normative ANTICOVID

- DATA INIZIO: 25/02/2023

- DATA FINE: 16/04/2023

- LUOGO: SPILIMBERGO (Pordenone) Castello di Spilimbergo/Palazzo Tadea e altre sedi

- INDIRIZZO: Piazza Castello, 4 e altro

- TEL: 0427 591115 - 591116

Una grande rassegna di opere in più sedi è l’omaggio della città di Spilimbergo per i 90 anni di Nane Zavagno.

NANE ZAVAGNO. L’arte, una vita. – Mostra Zavagno Spilimbergo

 

Mostra Zavagno Spilimbergo
Annuncio Mostra Sito

 

SPILIMBERGO (Pordenone) Castello di Spilimbergo/Palazzo Tadea e altre sedi Piazza Castello, 4 e altro

Dal 25/02 al 16/04/2023

Dal mastio del XII secolo si è sviluppata la corte castellana ora Palazzo Tadea, edificio con impianto alla veneta con salone passante al piano terra e al primo piano.

Il Palazzo, già sede Municipale, fatto erigere da Bernardo e completato da sua moglie Tadea di Spilimbergo nel 1566, presenta al suo interno, al primo piano, un bel salone con stucchi cinquecenteschi.

Il Palazzo ospita esposizioni temporanee e dal 25 febbraio una mostra personale dell’artista friulano Nane Zavagno dal titolo L’arte, una vita, a cura di Angelo Bertani.

Nato nel 1932 a San Giovanni della Richinvelda, provincia di Pordenone, il primo incontro con l’arte di Nane Zavagno è a Spilimbergo dove frequenta la scuola per Mosaicisti segnalandosi come uno degli allievi più capaci e dotati.

Rimane poi ad insegnare disegno dal vero e teoria del colore a Spilimbergo fino al 1968 quando sostituisce Dino Basaldella nella cattedra di Plastica all’Istituto d’arte “Giovanni Sello” di Udine.

Sono gli anni in cui Zavagno inizia a elaborare una concezione innovativa del mosaico basata sulla riscoperta dei materiali e delle forme primarie.

Realizza i Rosoni, mosaici di forma circolare in cui i ciottoli di fiume sono disposti in sequenze concentriche, e i primi Allumini, strutture di lamine in alluminio industriale piegate in modo ben calibrato e disposte in cadenze modulari.

Grazie a queste opere Zavagno si mette in luce anche in campo internazionale e inizia una lunga serie di esposizioni in Italia e all’estero.

Sue opere fanno parte di importanti collezioni pubbliche e private in Europa e in America.

La Città di Spilimbergo ora rende omaggio all’arista nella ricorrenza dei suoi 90 anni con una mostra articolata in cinque sezioni che danno conto, per scelte emblematiche, dei suoi principali percorsi di ricerca: le opere in mosaico, i dipinti, gli allumini, le sculture e i disegni ad esse collegabili.

L’iniziativa è promossa dalla Città di Spilimbergo con il sostegno della Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia, il patrocinio dell’Università degli Studi di Udine e la collaborazione della Fondazione Furlan, la Pro Spilimbergo e la Scuola Mosaicisti del Friuli.

Si tratta di una mostra diffusa su più sedi: oltre a Palazzo Tadea dove sono esposti acrilici e allumini, Palazzo la Loggia con disegni e piccole sculture, Palazzina ex Somsi che espone mosaici e spazi aperti in centro storico a Spilimbergo con le sculture.

ORARI DI APERTURA

  • Sabato e domenica 10.00 -13.00 / 15.00 – 18.00
  • Durante la settimana su prenotazione

INFO

Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Posted on
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
Posted on
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
Posted on
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Posted on
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Posted on
Previous
Next
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.