MARIO BOTTA Sacro e profano

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari di apertura, di ultimo ingresso e condizioni di accesso in relazione alle vigenti normative ANTICOVID

Mario Botta risponde all’invito del MAXXI di raccontarsi attraverso l’installazione di una sua mostra.

MARIO BOTTA Sacro e profano

 

 

Il MAXXI/Museo nazionale delle arti del XXI secolo è la prima istituzione nazionale dedicata alla creatività contemporanea, inaugurato ufficialmente il 28 maggio 2010.

Sede del MAXXI è la grande opera architettonica, dalle forme innovative e spettacolari, progettata da Zaha Hadid nel quartiere Flaminio di Roma.

Organizzato in quattro dipartimenti, Architettura, Arte, Ricerca Educazione Formazione, Sviluppo propone eventi espositivi temporanei sempre di grande rilevanza.

Dall’8 aprile, nella sala Gian Ferrari del MAXXI è aperta la mostra Mario Botta. Sacro e profano, a cura di Margherita Guccione, Pippo Ciorra.

La mostra è la settima edizione del progetto Nature, ciclo di mostre con cui il MAXXI intende raccontare gli indirizzi delle ricerche più avanzate dell’architettura contemporanea, i suoi differenti approcci e risposte ai grandi temi che caratterizzano la nostra epoca, si è scelta la via del confronto.

Protagonista di Nature 2022 è il lavoro di Mario Botta, progettista svizzero di fama mondiale che si è laureato con Carlo Scarpa, ha lavorato con Le Corbusier e Louis I. Kahn ed è considerato oggi uno dei maestri dell’architettura contemporanea.

Botta ha realizzato opere e progetti in tutto il mondo, tra cui il SFMOMA di San Francisco e il museo Jean Tinguely a Basilea e, in Italia, il MART di Rovereto.

È ideatore e fondatore dell’Accademia di architettura di Mendrisio, dove ha realizzato il Teatro dell’Architettura, un luogo interamente concepito per mostrare e discutere la disciplina architettonica, specchio del suo interesse per la messa in scena dell’architettura che trova al MAXXI un’ulteriore occasione.

Per il MAXXI Botta ha immaginato un’installazione composta da materiali eterogenei e fortemente espressivi, che vanno dal padiglione in scala 1:1 al prototipo di una facciata fino ai modelli, gli schizzi e le fotografie di una selezione dei suoi progetti costruiti.

Il tema “sacro e profano” che dà il titolo alla mostra è interpretato nel senso più ampio di una sacralità insita in ogni gesto architettonico, dalla purezza dei materiali alla sensibilità al contesto.

DATA INIZIO: 08/04/2022

DATA FINE: 04/09/2022

LUOGO: ROMA - MAXXI

INDIRIZZO: Via Guido Reni, 4/a

TEL: +3906 3201954

ORARI DI APERTURA

  • martedì > venerdì 11.00 – 19.00
  • sabato e domenica 11.00 – 20.00
  • la biglietteria è aperta fino a un’ora prima della chiusura del Museo

INFO

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.