LUCIA VERONESI. Da sola nel bosco

- DATA INIZIO: 30/03/2023

- DATA FINE: 17/05/2023

- LUOGO: VENEZIA - D3082 Domus civica Art Gallery

- INDIRIZZO: Calle delle Sechere – San Polo 3082

L’omaggio di un’artista donna contemporanea a quattro grandi donne del passato che, in periodi diversi, hanno saputo superare confini e ruoli sociali e di genere, per offrire un loro contributo nel rapporto tra essere umano e natura.

LUCIA VERONESI. Da sola nel bosco – Mostra Venezia

 

Mostra Lucia Veronesi Venezia
Immagine mostra sito ufficiale

 

VENEZIA – D3082 Domus civica Art Gallery Calle delle Sechere – San Polo 3082

Dal 30/03 al 17/05/2023

D3082 WOMAN ART VENICE è un nuovo spazio di ricerca e incubatore artistico dedicato alla creatività femminile multidisciplinare di Art Gallery della Domus Civica.

D3082 nasce tra le mura della casa dello studente Domus Civica di Venezia, un ambiente vissuto dalle nuove generazioni universitarie.

Sono ragazze provenienti da diverse parti del mondo, con storie e vissuti differenti, che qui sperimentano la convivenza, la reciproca conoscenza, il confronto con l’altro, la coesione.

Dal 30 marzo 2023 le grandi vetrine della Domus Civica ospitano la mostra Da sola nel bosco, mostra di Lucia Veronesi (1976), artista mantovana di origini che, dopo il diploma a Brera, lavora a Venezia.

La mostra vuol essere un omaggio di Lucia Veronesi a quattro donne pioniere, guaritrici, medichesse, botaniche, illustratrici, studiose, esploratrici: Hildegarda von Bingen, Jeanne Baret, Elizabeth Blackwell e Marianne North.

Hildegarda von Bingen (1098 – 1179), monaca, scrittrice, musicista, poetessa, guaritrice, mistica, teologa, è autrice di numerosi libri dedicati alla filosofia della natura, che racchiudono le sue visioni e le sue grandi conoscenze di erborista, naturalista, gemmologa, cosmologa.

Jeanne Baret (1740 –1807), esploratrice, è considerata la prima donna a circumnavigare il globo, travestita da uomo, nella spedizione di Louis-Antoine de Bougainville, raccogliendo testimonianze di migliaia di specie botaniche.

Marianne North (1830 – 1890), naturalista e illustratrice inglese la cui vita è trascorsa in viaggi e colori tra Asia, Sud America, Sudafrica fino alla Nuova Zelanda, invitata da Darwin, ritraendo migliaia di piante e fiori sempre nel proprio contesto, nei paesaggi di origine.

Elizabeth Blackwell (1707 –1758), autrice di A curious herbal testo che, ancora oggi, è considerato un classico dell’illustrazione botanica e naturalistica.

Quattro donne che, infrangendo confini, norme sociali e ruoli di genere, hanno contribuito alla visione del rapporto tra essere umano e natura, allo sviluppo delle scienze naturali e al progresso civile.

Il progetto espositivo, curato dalla storica dell’arte e curatrice Eva Camozzi, presenta nelle quattro ampie vetrine della Domus le opere dedicate a ciascuna di queste grandi donne realizzate da Lucia Veronesi espressamente per D3082.

Sono quattro grandi teli con piante, semi, fiori e invenzioni botaniche cucite su tessuto che compongono un gigantesco erbario.

ORARI DI APERTURA

  • Visibili sempre nelle vetrine della domus per tutto il tempo della mostra.

INFO

Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Posted on
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
Posted on
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
Posted on
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Posted on
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Posted on
Previous
Next
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

1 thought on “LUCIA VERONESI. Da sola nel bosco

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.