IRMA BLANK. Tra segno e silenzio

- DATA INIZIO: 14/10/2023

- DATA FINE: 26/11/2023

- LUOGO: SAN SECONDO DI PINEROLO (T0) Castello di Miradolo

- INDIRIZZO: Via Cardonata, 2

- TEL: +39 0121/502761

Artista di origine tedesca, Irma Blank ha sviluppato la sua ricerca attorno al segno, una scrittura intesa come narrazione e come tempo, possibilità offerta al particolare di essere letto come universale

IRMA BLANK. Tra segno e silenzio – Mostra San Secondo di Pinerolo

 

Mostra Irma Blank Pinerolo
Installation view

 

SAN SECONDO DI PINEROLO (T0) Castello di Miradolo Via Cardonata, 2

Dal 14/10 al 26/11/2023

Il Castello di Mirandolo con il parco storico è oggi gestito dalla Fondazione Cosso, costituita nel 2007 per realizzare il restauro del complesso e garantire la sua apertura al pubblico con azioni che interessano i settori dell’arte, della musica, della natura, oltre ad attività sociali e didattiche.

Le mostre organizzate dalla Fondazione Cosso sono il frutto di inediti progetti di ricerca e di studio che nascono dal confronto con le visioni di curatori e collaboratori di cui la Fondazione si avvale per seguire ogni aspetto della mostra.

Dal 14 ottobre 2023 il Castello ospita la mostra IRMA BLANK. Tra segno e silenzio, dedicata all’artista, a lungo dimenticata e scomparsa da pochi mesi, che ha trasformato la pittura in segno.

Irma Blank (1934 –2023) è nata nel nord della Germania dove vive fino al 1955, quando si trasferisce con il marito italiano in Sicilia.

Questa esperienza di sradicamento è alla base del suo lavoro.

Scopre che “non esiste la parola giusta” e inizia a lavorare alla sua prima serie astratta Eigenschriften (1968-1973), simile a scritti non fatti.

Nel 1973 si trasferisce a Milano dove diventa insegnante d’arte al liceo artistico e avvia un nuovo percorso di ricerca e nasce la serie Trascrizioni (1973-1979) che risponde a esplorazioni interiori e ad eventi esterni.

Il progetto espositivo è costruito attorno a tre nuclei tematici in dialogo tra loro:

  • le opere, a tracciare autenticamente le declinazioni offerte al segno,
  • i libri d’artista
  • la documentazione fotografica e video.

La mostra intende costruire un dialogo con le sale storiche del Castello di Miradolo, per creare un ideale controcanto tra il segno e il tempo delle opere e la storia e l’architettura degli spazi.

Quella di Irma Blank è una scrittura come narrazione e come tempo, un segno come silenzio e respiro, la possibilità offerta al particolare di essere letto come universale.

ORARI DI APERTURA

  • Sabato, domenica e lunedì 10.00 -18.30

INFO

Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Posted on
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
Posted on
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
Posted on
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Posted on
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Posted on
Previous
Next
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.