Il tempo sospeso: opere di SERGIO SCABAR

- DATA INIZIO: 25/01/2024

- DATA FINE: 20/04/2024

- LUOGO: MILANO. Bocconi Art Gallery

- INDIRIZZO: Via Sarfatti 25

Sergio Scabar, il fotografo che amava la dimensione domestica delle opere di Giorgio Morandi

Bocconi Art Gallery di Milano presenta la mostra fotografica Il tempo sospeso: opere di SERGIO SCABAR, fino al 20 aprile

Bocconi Art Gallery di Milano presenta la mostra fotografica Il tempo sospeso: opere di SERGIO SCABAR, fino al 20 aprile

 

Il BAG Bocconi Art Gallery è uno spazio espositivo di arte contemporanea inserito all’interno dell’Università Bocconi di Milano.

L’arte contemporanea è al centro del dibattito e consente di amplificare il pensiero.

Per questo l’Università Bocconi ha scelto di investire nel progetto Bocconi Art Gallery, coinvolgendo sempre nuovi artisti di livello internazionale.

L’obiettivo è la ricerca di un continuo scambio culturale e di un ricambio di opere d’arte con diversi punti di vista e di interpretazioni.

Dal 25 gennaio 2024, BAG ospita, negli spazi del piano seminterrato di via Sarfatti 25,  Il tempo sospeso: opere di SERGIO SCABAR, mostra ideata da Fabio Castelli e curata da Angela Madesani.

La mostra presenta gli ultimi lavori di Sergio Scabar, il grande fotografo scomparso nel 2019 con immagini inedite provenienti dalla famiglia dell’artista e da collezioni private.

Scabar era nato nel 1946 a Ronchi dei Legionari, dove ha sempre vissuto e lavorato.

Egli comincia ad interessarsi alla fotografia nel 1964 e dal 1966 al 1974 partecipa a concorsi nazionali ed internazionali, utilizzando la fotografia soprattutto con finalità di racconto e reportage.

Successivamente, negli anni Ottanta, il suo lavoro prende una svolta sostanziale. La figura umana esce dai suoi lavori ed il suo interesse si concentra sulla natura.

Ma la svolta più significativa è nel 1996 quando, con il lavoro “Il Teatro delle cose” Scabar inizia una stampa alchemica ai sali d’argento, metodo di lavoro artigianale che emerge maggiormente rispetto alle opere precedenti.

La BAG presenta il lavoro di Scabar nell’ambito del ricco programma di iniziative di MIA Photo Fair.

Vengono presentate tutte opere uniche, fotografie che sono frutto della stampa alchemica realizzata dall’artista stesso, in bianco e nero, su carta baritata – carta di alta gamma, costituita di pura cellulosa a grammatura spessa.

 Le foto sono quindi poste all’interno di cornici nere, senza vetro né passe-partout.

Sono tutte immagini che rimandano alla sua dimensione domestica, come nelle opere di Giorgio Morandi, artista particolarmente amato dal fotografo friulano.

 

ORARI

  • Lunedì > venerdì 09.00 – 20.00
  • Sabato 10.00 – 18.00

INFO

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.