SAMMY BALOJI, K(C)ongo Fragments of Interlaced Dialogues. Subversive classifications

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari di apertura, di ultimo ingresso e condizioni di accesso in relazione alle vigenti normative ANTICOVID

Prima mostra in Italia dell’artista congolese SAMMY BALOJI che racconta la complessità del dialogo tra Kongo ed Europa.

SAMMY BALOJI, K(C)ongo Fragments of Interlaced Dialogues. Subversive classifications

 

 

SAMMY BALOJI, K(C)ongo. Fragments of Interlaced Dialogues. Subversive classifications/ K(C)ongo, Frammenti di dialoghi intrecciati. Classificazioni eversive è la mostra che riapre a Palazzo Pitti nello spazio dell’Andito degli Angiolini il 6 settembre 2022 per restare fino a novembre.

È la prima mostra personale in Italia di SAMMY BALOJI, nato nel 1978 a Lubumbashi, Repubblica Democratica del Congo, dove ha studiato letteratura e studi umanistici.

Dopo la laurea ha cominciato a lavorare sulle arti visive come disegnatore di comics, poi ha focalizzato la propria ricerca su fotografia e videoarte.

I temi ricorrenti nel suo lavoro sono la storia del colonialismo, lo sfruttamento etnografico, l’urbanistica e l’architettura.

Attraversa i linguaggi nell’arco di una ricerca continua e ha partecipato a due Biennali di Venezia, alla Biennale di Dakar e a molte altre mostre in Europa ed è stato artista residente dell’Accademia di Francia di Villa Medici a Roma.

Nella mostra di Palazzo Pitti l’arista presenta opere che intrecciano motivi e narrazioni, tratti da oggetti giunti dai Regni del Kongo (l’odierna Repubblica Democratica del Congo, Repubblica di Congo e Angola) a partire dal XVI secolo, oggi custoditi a Palazzo Pitti e in altri musei.

Filo conduttore dell’intera mostra, che copre sette sale, è un tappeto lungo 88 metri (La traversata), disegnato e realizzato appositamente per le stanze dell’Andito degli Angiolini, la cui decorazione deriva dai motivi geometrici e dalle fasce circolari di quattro preziosi Kongo olifanti (trombe cerimoniali in avorio intarsiato), tre provenienti dal Tesoro dei Granduchi di Palazzo Pitti, mentre uno è stato concesso in prestito per l’occasione dal Museo delle Civiltà di Roma.

Questi splendidi oggetti – due dei quali sono nelle collezioni medicee sin dal Cinquecento – segnano il punto di arrivo di un percorso che sottolinea, stanza dopo stanza, la complessità di tali “dialoghi intrecciati” tra Kongo, l’Europa rinascimentale e l’Europa moderna.

DATA INIZIO: 06/09/2022

DATA FINE: 27/11/2022

LUOGO: FIRENZE – Palazzo Pitti / Andito degli Angiolini

INDIRIZZO: Piazza de' Pitti, 1

ORARI DI APERTURA

  • Martedì > domenica 8.15 – 18.30
  • Chiuso il lunedì
  • (ultimo ingresso 60 minuti prima della chiusura)

INFO

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.