RUTH EWAN – RAINS, IT RAINS

Lo spazio centrale del CAPC ospita la prima mostra monografica in Francia dell’artista scozzese Ruth EWAN

RUTH EWAN – RAINS IT RAINS

BORDEAUX   – Musée d’art contemporain (CAPC), 7 Rue Ferrere
Bordeaux, 33000 – France
Fino al 22 settembre 2019

 

Ruth Ewan, Back to the Field, 2015Vue de son exposition au Camden Arts Centre , Londres, 2015Courtesy de l'artiste et de Rob Tufnell Londres/Cologne © Marcus Leith
Ruth Ewan, Back to the Field, 2015Vue de son exposition au Camden Arts Centre , Londres, 2015Courtesy de l’artiste et de Rob Tufnell Londres/Cologne © Marcus Leith

 

BORDEAUX   – Musée d’art contemporain (CAPC)

Lo spazio centrale del CAPC, in un vecchio magazzino di prodotti coloniali, ospita la prima mostra monografica in Francia dell’artista scozzese Ruth EWAN.

RUTH EWAN – RAINS IT RAINS

Ruth Ewan

Nato nel 1980 ad Aberdeen, in Scozia, Ruth Ewan vive e lavora a Glasgow.

Il suo lavoro si concentra sui movimenti sociali e sulla politica, in particolare nella loro relazione con il tempo.

Le sue istallazioni e le sue performance utilizzano musica e oggetti quotidiani per rappresentare questo tema del cambiamento.

 

La mostra RAINS, IT RAINS (Piove piove)

La mostra RAINS, IT RAINS (Piove piove) comprende l’installazione Back to the Fields , presentata per la prima volta nel 2015 e interamente rivisitata con oggetti che derivano dal calendario repubblicano. RUTH EWAN – RAINS IT RAINS

Il calendario repubblicano fu adottato nel 1793, all’indomani della Rivoluzione francese, in sostituzione del calendario gregoriano e rimase in vigore per 12 anni.

Per la Rivoluzione, “il tempo apre un nuovo libro alla storia” per cui fu deciso di ristrutturare le settimane e i mesi dell’anno con il coinvolgimento di artisti, poeti, scienziati e orticoltori, tra cui D’Églantine (a una cui poesia è ispirato il titolo della mostra).

I Giorni della settimana e le stagioni sono stati rinominati per evocare la natura e la vita agricola, i nomi dei mesi  un aspetto del clima francese  o un momento importante della vita contadina e ogni giorno prende il nome da un prodotto agricolo, una pianta, un animale o uno strumento.

 

Giardino Botanico di Bordeaux

La mostra di Bordeaux è stata realizzata con la collaborazione del Giardino Botanico di Bordeaux, del Centro di produzione locale di ortaggi, della Direzione degli spazi verdi e della Direzione generale della qualità della vita di Bordeaux Métropole.

 

Orari
Da martedì a domenica dalle ore 11.00 alle ore 18.00
Lunedì chiuso

Informazioni
www.capc-bordeaux.fr

 

 

Leave a Comment

ARTCITY Bologna. Art-Week 2020

Ottava edizione di un programma istituzionale di mostre, eventi e iniziative speciali promosso dal Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere in occasione di Arte Fiera ARTCITY Bologna. Art-Week 2020     Spinti della grande attenzione che Arte Fiera Bologna

Leggi Tutto »

ARCOlisboa International Contemporary Art Fair

Una fiera che conferma Lisbona come uno dei focus artistici e culturali più attraenti e interessanti d’Europa ARCOlisboa International Contemporary Art Fair     L’IFEMA e il Consiglio comunale di Lisbona presentano la 5a edizione di ARCOlisboa, che si svolgerà

Leggi Tutto »

WORLD ART DUBAI (WAD)

C’è qualcosa per tutti al World Art Dubai. Dalle esibizioni artistiche dal vivo ai discorsi sull’arte curata, c’è una tavolozza di divertimento per tutti sotto lo stesso tetto WORLD ART DUBAI (WAD)     La sesta edizione di World Art

Leggi Tutto »
COURTESY EMILIA-ROMAGNA L’OPERA APERTA

COURTESY EMILIA-ROMAGNA L’OPERA APERTA

Una mostra che aiuta a  conoscere più da vicino il patrimonio artistico della regione, concepito come un “museo diffuso” COURTESY EMILIA-ROMAGNA L’OPERA APERTA   La mostra rientra nel ciclo di mostre che coinvolge le collezioni d’arte moderna e contemporanea del

Leggi Tutto »
La rivoluzione della visione. Verso Bauhaus MOHOLY-NAGY e i suoi contemporanei ungheresi

La Rivoluzione della Visione

Verso il Bauhaus. Moholy-Nagy e i suoi Contemporanei ungheresi La Rivoluzione della Visione Omaggio di Roma a László Moholy-Nagy e alla Bauhaus, scuola che ha segnato l’arte e la cultura mondiale nel  Novecento.     Istituto di Istruzione artistica, Lo

Leggi Tutto »