Mirdidingkingathi Juwarnda SALLY GABORI

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari di apertura, di ultimo ingresso e condizioni di accesso in relazione alle vigenti normative ANTICOVID

- DATA INIZIO: 17/02/2023

- DATA FINE: 14/05/2023

- LUOGO: MILANO - Triennale

- INDIRIZZO: Via Emilio Alemagna,6

- TEL: +39 02 72434244

La pittura dell’aborigena Sally Gabori in mostra alla Triennale è arcaica ma possiede una potenza espressiva che la rende straordinaria.

Mirdidingkingathi Juwarnda SALLY GABORI – Mostra Sally Gabori

 

Mostra Sally Gabori Triennale
Nyinyilki – Main Base, 2009, private collection, Adelaide, Australia, foto Simon Strong © The Estate of Sally Gabori

 

MILANO – Triennale Via Emilio Alemagna,6

Dal 17/02 al 14/05/2023

Tra le più grandi artiste australiane contemporanee, Sally Gabori (1924 -2015) ha iniziato a dipingere nel 2005, intorno agli ottant’anni, e ha raggiunto una fama internazionale.

Ha sviluppato un corpus di opere unico caratterizzato dai colori vivaci che non presenta legami apparenti con altre correnti estetiche, in particolare all’interno della pittura aborigena contemporanea.

Di lei la Triennale di Milano presenta da 17 febbraio la mostra Mirdidingkingathi Juwarnda SALLY GABORI.

La mostra, che riunisce una trentina di dipinti monumentali provenienti da collezioni pubbliche e private europee e australiane, è organizzata con la famiglia dell’artista e la comunità Kaiadilt.

Quella di Sally Gabori è una storia personale e artistica straordinaria.

La storia di un’aborigena australiana costretta a lasciare l’isola dove è nata, condotta in una missione presbiteriana per convertirla al cristianesimo e che scopre la pittura alla ragguardevole età di 80 anni.

Nel decennio che le rimane da vivere è stata capace di produrre circa duemila opere ispirate da una sconfinata immaginazione.

Lei parte da un corpus di dipinti definibili astratti, nei quali da autodidatta trasferiva le immagini dei paesaggi della sua isola, riportando anche precisi riferimenti topografici, ma comunque tutti testimoni di una grande libertà espressiva.

Il risultato è come ricorda la direttrice delle collezioni della Fondation Cartier, Grazia Quaroni, che ha ospitato a Parigi la prima mostra europea di Gabori prima di Milano: “Quello che a noi appare come una pittura astratta si configura come la reminiscenza di paesaggi osservati durante la sua giovinezza, l’eco di storie che furono».

ORARI DI APERTURA

  • Martedì > domenica 10.00 – 20.00

INFO

FEDERICO GAROLLA. Gente d’Italia. Fotografie 1948 – 1968
FEDERICO GAROLLA. Gente d’Italia. Fotografie 1948 – 1968
Posted on
Acqua più preziosa del diamante
Acqua più preziosa del diamante
Posted on
Silent Supper. Milena ZeVu
Silent Supper. Milena ZeVu
Posted on
MICRO-WATERS. CATERINA MORIGI
MICRO-WATERS. CATERINA MORIGI
Posted on
Vincent Peters. Timeless Time
Vincent Peters. Timeless Time
Posted on
Previous
Next
FEDERICO GAROLLA. Gente d’Italia. Fotografie 1948 – 1968
Acqua più preziosa del diamante
Silent Supper. Milena ZeVu
MICRO-WATERS. CATERINA MORIGI
Vincent Peters. Timeless Time

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.