Matisse. Cahiers d’art, la svolta degli anni ’30

- DATA INIZIO: 01/03/2023

- DATA FINE: 29/05/2023

- LUOGO: PARIGI – Museo dell'Orangerie

- INDIRIZZO: Jardin des Tuileries - Place de la Concorde

Una delle poche mostre che hanno esaminato l’opera di Matisse negli anni Trenta.

Matisse. Cahiers d’art, la svolta degli anni ’30 – Mostra Matisse

 

Mostra Matisse Parigi
Immagine promozionale ufficiale mostra

 

PARIGI – Museo dell’Orangerie Jardin des Tuileries – Place de la Concorde

Dal 01/03 al 29/05/2023

Costruito nel 1852 per ospitare durante l’inverno le piante di arancio che decoravano il giardino dell’antico Palazzo delle Tuileries, oggi l’edificio è diventato un Museo.

Tra le prime opere l’Orangerie ospita il grande ciclo delle Ninfee di Claude Monet donate dall’artista allo stato francese nel 1922, inizio della ricca collezione che oggi possiede.

L’Orangerie ospita anche importanti mostre temporanee e dal 1° marzo 2023 Matisse. Cahiers d’art, la svolta degli anni ’30, realizzata con il sostegno decisivo della rivista Cahiers d’Art e degli Archivi Matisse.

Infatti, è attraverso il prisma di Cahiers d’art, un’importante rivista d’avanguardia creata da Christian Zervos nel 1926, che la mostra si accosta all’opera di Matisse negli anni ’30, quando l’artista lascia la Francia per un viaggio a Tahiti.

Era una rivista attenta agli sviluppi dell’arte allora contemporanea facendosi apprezzare come portavoce qualificata del modernismo cosmopolita e delle correnti estetiche del suo tempo.

La mostra, che presenta una raccolta di opere di questo periodo, si propone di individuarne le grandi tematiche.

L’opera di Matisse torna al centro dei dibattiti di idee e delle riflessioni dell’epoca, attraverso regolari pubblicazioni su Cahiers d’Art.

Articoli e riproduzioni delle opere di Matisse contribuiscono a rilanciare la competizione con Picasso.

Nei numeri successivi della rivista, Matisse figura accanto agli artisti del suo tempo: Georges Braque, Juan Mirò, Fernand Léger, Vassily Kandinsky, Mondrian, Le Corbusier o Marcel Duchamp.

Diverse opere eccezionali, esposte molto raramente in Francia, sono riunite in occasione di questa mostra, in particolare Grande nudo sdraiato di Baltimora, Le Chant di Houston o la serie di Camicette rumene del 1938 conservate in vari musei americani.

La densità e la complessità di questo decennio sono suggerite da sculture, oggetti della collezione di Matisse, disegni, incisioni, dipinti, ma anche stampe recenti di stati fotografici, materiali d’archivio, frammenti di film e numeri di Cahiers d’art.

ORARI DI APERTURA

  • Mercoledì > lunedì 10.00 – 18.00 (venerdì chiude ore 21.00)

INFO

Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Posted on
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
Posted on
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
Posted on
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Posted on
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Posted on
Previous
Next
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

1 thought on “Matisse. Cahiers d’art, la svolta degli anni ’30

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.