Helene Appel: On the Cutting Board

- DATA INIZIO: 25/02/2023

- DATA FINE: 29/04/2023

- LUOGO: BOLOGNA – P420 gallery

- INDIRIZZO: Via Azzo Gardino, 9

- TEL: +39 051 4847957

Per l’artista iperrealista tedesca Helene Appel, dipingere significa entrare in relazione con le cose che raffigura, in un incontro da cui entrambe le parti vengono trasformate.

Helene Appel: On the Cutting Board – Mostra Bologna

 

Mostra Helene Appel Bologna
Helene Appel, Branch, 2022, acquerello e olio su lino, cm.184×125

 

BOLOGNA – P420 gallery Via Azzo Gardino, 9

Dal 25/02 al 29/04/2023

La galleria P420 viene fondata a Bologna nel 2010 da Alessandro Pasotti e Fabrizio Padovani.

Sin dall’inizio P420 si occupa di artisti il cui lavoro possa essere collocato nei filoni dell’Arte Concettuale e Minimale, per lo più già attivi negli anni ’60 e ’70, che hanno sviluppato un solido linguaggio personale ma che sono ancora sottostimati e non del tutto conosciuti.

Fino al 29 aprile 2023 la galleria presenta On the Cutting Board, seconda mostra personale in galleria della pittrice tedesca Helene Appel (1976, Karlsruhe, DE).

Le opere in mostra presentano oggetti o soggetti banali e scontati che abbiamo tutti i giorni davanti agli occhi e sono parte della nostra esperienza quotidiana: una busta, un ortaggio, un pezzo di stoffa, un asciugamano, un mucchio di spazzatura, un cumulo di terra, il marciapiede su cui camminiamo, la luce di un’auto parcheggiata.

Questi oggetti, con le loro forme e dimensioni reali, vengono imposti alla visione del pubblico e riacquistano un valore non considerato.

Il titolo On the Cutting Board /Sul tagliere fa diretto riferimento ad uno specifico dipinto esposto che ritrae un bulbo di finocchio tritato su una tela grezza.

In questo caso, la rappresentazione in scala reale del finocchio tritato determina la dimensione del dipinto, che a sua volta diventa la dimensione del tagliere.

Una sezione di marciapiede si estende per quasi tutta l’altezza dello spazio della galleria, un dipinto di una busta, al contrario piccolo e pallido, è insolito nella sua leggerezza e intimità.

L’oggetto più piccolo raffigurato nella mostra è un granello di sabbia, mostrato in innumerevoli moltitudini: minuscoli punti e dettagli riempiono una grande tela.

Per Helene Appel, dipingere significa entrare in relazione con le cose che raffigura, in un incontro da cui entrambe le parti vengono trasformate.

L’artista è guidata dal suo soggetto, adattando le dimensioni della tela e la tecnica impiegata in base alle sue proporzioni, forma e caratteristiche materiche; ma anche il soggetto dipende dall’artista e dalle sue scelte per diventare qualcosa di totalmente nuovo: un dipinto.

Le superfici delle sue tele testimoniano questa dinamica generativa.

Con i loro sottili incantesimi, dimostrano una verità ovvia ma raramente riconosciuta: che la pittura non si limita a presentare la realtà, la crea.

ORARI DI APERTURA

  • martedì >sabato 10.30-13.30 / 15.00-19.30
  • Altri giorni solo su appuntamento

INFO

ARTE PADOVA 2024. 34^ Mostra mercato d’arte moderna e contemporanea
ARTE PADOVA 2024. 34^ Mostra mercato d’arte moderna e contemporanea
Posted on
AMART  2024.  Antiquariato un piacere contemporaneo
AMART 2024. Antiquariato un piacere contemporaneo
Posted on
Dino Ignani. Dark Portraits
Dino Ignani. Dark Portraits
Posted on
NINO MIGLIORI. Settanta
NINO MIGLIORI. Settanta
Posted on
ALBERTO MARTINI. La Danza Macabra
ALBERTO MARTINI. La Danza Macabra
Posted on
Previous
Next
ARTE PADOVA 2024. 34^ Mostra mercato d’arte moderna e contemporanea
AMART 2024. Antiquariato un piacere contemporaneo
Dino Ignani. Dark Portraits
NINO MIGLIORI. Settanta
ALBERTO MARTINI. La Danza Macabra

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

1 thought on “Helene Appel: On the Cutting Board

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.