Impressionismo tedesco. Liebermann, Slevogt, Corinth dal Landesmuseum di Hannover

Fine - 25/10/2020

Luogo - AOSTA – MAR : Museo Archeologico Regionale

Indirizzo - Piazza Roncas, 12 - 11100 AOSTA (AO)

Parlando di impressionismo si pensa spesso solo alla pittura francese. Ad Aosta esempi di pittura impressionista nel mondo germanico.

Impressionismo tedesco. Liebermann – Slevogt – Corinth dal Landesmuseum di Hannover

 

 

Si tratta di un progetto espositivo “inedito in Italia” che si propone di raccontare la storia dell’evoluzione dell’Impressionismo tedesco attraverso una prestigiosa selezione di dipinti, opere grafiche e sculture,

L’Impressionismo è la prima corrente artistica internazionale nella storia dell’arte europea.

Sorta in Francia intorno al 1870, la Corrente ebbe alla fine del secolo una grande diffusione negli altri paesi europei,

in particolare  ebbe influenze significative in Germania, Belgio, Inghilterra ma anche sull’arte italiana in particolare nei movimenti dei Macchiaioli e del Divisionismo.

Con colori lucenti e passaggi di pennello leggeri e frammentati, l’impressionismo francese si oppone al cupo formalismo della pittura accademia ottocentesca.

La mostra si sviluppa in ordine cronologico su tre aree tematiche:

  • la prima sezione accoglie i pionieri della pittura paesaggistica tedesca fino al 1890,
  • la seconda propone i capolavori dei tre più celebri Impressionisti tedeschi (Max Liebermann, Max Slevogt e Lovis Corinth),
  • la terza sezione presenta i loro successori, gli altri esponenti dell’Impressionismo tedesco attivi fino al 1930.

La mostra nasce dalla collaborazione tra  la Sovrintendenza per i Beni e le Attività Culturali della Regione Valle d’Aosta e il Landesmuseum di Hannover (Germania), che vanta una delle collezioni di Arte tedesca dell’Ottocento e del Novecento tra le più celebri al mondo.

 

ORARI
tutti i giorni dalle 09.00 alle 19.00
NB: Per garantire la sicurezza sanitaria, i visitatori dovranno indossare le mascherine.
Il personale di sorveglianza indirizzerà il flusso del pubblico e gli utenti fruiranno di entrate/uscite differenziate. Nelle sale espositive sarà fatta rispettare la distanza minima di oltre un metro e l’afflusso sarà regolamentato in modo da evitare assembramenti.

INFO
Tel.(+39) 0165.275902
mar@regione.vda.it
http://www.regione.vda.it/cultura/mostre_musei/musei/mar_aosta/default_i.asp

Telefono: 0165275902

Leave a Comment

XXXVI ANTIQUARIA PADOVA

Con proposte che vanno dal mini forziere del ‘500 , all’isola di san Giorgio di De Chirico, al bozzetto di Campigli per gli affreschi alla sede universitaria del Liviano di Padova, Antiquaria 2020 ritorna alla grande,  solo ritardata da marzo

Leggi Tutto »

ALPI di Paolo Pellegrin

L’Istituto Italiano di Cultura di Parigi promuove le alpi italiane con una mostra di Paolo Pellegrin ALPI di Paolo Pellegrin Gli 83 Istituti Italiani di Cultura (IIC) nel mondo sono un luogo di incontro e di dialogo per intellettuali e

Leggi Tutto »

Maurizio Gabbana: Dynamiche infinite

Il fotografo delle città e delle architetture che rappresenta le principali città del mondo. Maurizio Gabbana: Dynamiche infinite Dal 1923, Triennale Milano è un’istituzione internazionale che organizza mostre ed eventi su design, architettura, arti visive e teatro. Il Museo del

Leggi Tutto »

BRITISH ART 1930-NOW

Una mostra che aiuta a scoprire i movimenti che hanno definito un secolo di arte britannica BRITISH ART 1930-NOW Il percorso di questa mostra   inizia con opere surrealiste e le risposte alla seconda guerra mondiale, tra cui i tre studi

Leggi Tutto »

HOW ART BECAME ACTIVE

Una mostra che vuol mostrare come dagli anni Sessanta l’arte  ha assunto un ruolo più attivo nella società. HOW ART BECAME ACTIVE La Tate Modern ha dedicato un suo nuovo edificio, la Switch House, a Len Blavatnik, l’oligarca dei due

Leggi Tutto »