Il sogno di Antonio: un viaggio tra arte e tessuto

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari e condizioni d’ingresso nel sito. NB obbligo Green Pass per accedere agli spazi espositivi chiusi

Una mostra che mette a confronto il lavoro di una storica azienda tessile con opere d’arte contemporanea di tanti artisti che hanno collaborato nel rendere prestigioso il prodotto di Ratti S.p.A. nel mondo

Il sogno di Antonio: un viaggio tra arte e tessuto

 

 

Dal 10 ottobre 2021 al 31 gennaio 2022 la Fondazione Antonio Ratti presenta a Como la mostra Il sogno di Antonio: un viaggio tra arte e tessuto, a cura di Lorenzo Benedetti, Annie Ratti e Maddalena Terragni.

È un progetto espositivo che ricongiunge la visione e la storia dell’imprenditore Antonio Ratti ai suoi luoghi di origine, a quella città in cui la sua idea di cultura di impresa si è sviluppata, lasciando un’eredità preziosa e viva ancora oggi.

Intrecciando antichi reperti tessili, opere d’arte contemporanea e materiali d’archivio l’esposizione ripercorre la vita, l’opera e la visione dell’industriale e mecenate Antonio Ratti, uno dei grandi imprenditori che nel secondo dopoguerra hanno saputo, insieme alla sua azienda Ratti S.p.A., ricostruire l’Italia industriale a partire da una profonda concezione filantropica e culturale.

Il percorso di mostra si articola fra spazi pubblici e privati di grande interesse e la sede della Fondazione, creata da Ratti nel 1985, dove ancora oggi è conservata la sua collezione tessile.

Opere realizzate appositamente per l’occasione contribuiscono a creare una relazione visiva coesa tra la ricerca artistica, i tessuti antichi, la storia di Antonio Ratti e gli spazi interni ed esterni della mostra.

Materiali d’archivio e tessuti antichi dialogano con le opere d’arte contemporanea nelle sale neoclassiche di villa Olmo e del Chilometro della Conoscenza, il percorso pubblico che unisce i parchi di tre ville comasche.

Artisti che negli anni hanno collaborato con la Fondazione, come John Armleder, Luigi Ontani, Giulio Paolini, Walid Raad, Yvonne Rainer, Julia Brown, Vincent Ceraudo, Zishi Han, Moira Ricci e Oriol Vilanova,per citarne solo alcuni, hanno realizzato opere pensate appositamente per questi spazi, capaci di raccontare la visione e l’eredità di Antonio Ratti.

Di altri artisti si possono ammirare opere lungo il Percorso del Chilometro della Conoscenza, e in spazi pubblici della città

Il percorso espositivo si conclude a Villa Sucota, tappa finale della mostra e sede della Fondazione Antonio Ratti.

DATA INIZIO: 10/10/2021

DATA FINE: 31/01/2022

LUOGO: COMO– Villa Olmo e Villa Sucota

INDIRIZZO: Via Cantoni, 1 e via per Cernobbio,19

TEL: +39 349 2529989

ORARI DI APERTURA

  • sede di villa Olmo
  • Martedì > domenica 10.00 – 18.00
  • sede di villa Sucota
  • martedì > venerdì 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00
  • Sabato e domenica 10.00 – 18.00

 

INFO

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.