DAVIDE MARIA COLTRO. Astrazione Mediale

- DATA INIZIO: 28/04/2024

- DATA FINE: 01/09/2024

- LUOGO: GALLARATE - Museo MA*GA

- INDIRIZZO: Via Egidio de Magri 1, 21013 Gallarate (VA)

Davide Maria Coltro è artista e ricercatore che ha sviluppato un linguaggio mediale che assume connotazioni astratte e sintetiche, capaci di evidenziare i rapporti tra gli elementi fondamentali della pittura elettronica

Il Museo MA*GA di Gallarate ospita la mostra DAVIDE MARIA COLTRO. Astrazione Mediale, aperta fino al 1 settembre

 

Il Museo MA*GA di Gallarate ospita la mostra DAVIDE MARIA COLTRO. Astrazione Mediale, aperta fino al 1 settembre
Installation view

 

Il Museo MA*GA è uno dei più rilevanti musei d’arte contemporanea italiani.

L’identità del museo si intreccia alla storia del Premio Gallarate, fondato nel 1949 e ancora oggi attivo.

Il Museo, ufficialmente istituito nel 1966 con il nome di Civica Galleria d’Arte Moderna di Gallarate, nasce infatti con le opere acquisite durante le prime otto edizioni del Premio.

Dalla sua nascita il museo è cresciuto nelle collezioni e nella qualità delle sue proposte espositive anche temporanee.

Dal 28 aprile 2024 il Museo presenta la mostra Davide Maria Coltro. Astrazione Mediale a cura di Alessandro Castiglioni con il contributo critico di Elena Pontiggia.

Nato nel 1967 a Verona Davide Maria Coltro è un artista che si è dedicato alla ricerca sull’arte digitale e il linguaggio mediale, caratteristico della sua cifra più autentica, assume nuove connotazioni astratte e sintetiche, capaci di evidenziare i rapporti tra gli elementi fondamentali della pittura elettronica, quali bit e pixel, in un codice da lui stesso definito “pittura oltre la materia”.

Il progetto si pone in continuità con una più ampia attività di diffusione e analisi sull’arte astratta, dal Movimento Arte Concreta alla Pittura Analitica, sviluppata dal Museo MA*GA.

 In questo ambito, Coltro interpreta i temi che caratterizzano il presente come il complesso dialogo tra arte e scienza, le nuove frontiere conoscitive dei Visual Studies e la ridefinizione del rapporto tra arte e spiritualità.

La sua pittura mediale, grazie alla conoscenza profonda del mondo digitale, crea sorprendenti possibilità espressive che implicano anche la neuroestetica.

Il percorso espositivo si compone di una serie di nuove installazioni, appositamente pensate e costruite per gli spazi del museo, in cui i Quadri Mediali si caratterizzano per un flusso generativo astratto in costante mutamento e progettato dall’artista da remoto.

ORARI DI APERTURA

  • Martedì > venerdì 10.00 – 18.00
  • Sabato e domenica 11.00 – 19.00
  • (ultimo ingresso 60 minuti prima della chiusura)

INFO

GUIDO MOCAFICO. Serpens
GUIDO MOCAFICO. Serpens
Posted on
CONTEMPORANEA.  Capolavori dalle collezioni di Parma
CONTEMPORANEA. Capolavori dalle collezioni di Parma
Posted on
FRANCO MARIA RICCI. L’Opera al Nero
FRANCO MARIA RICCI. L’Opera al Nero
Posted on
Il catalogo del mondo: Plinio il Vecchio e la Storia della Natura
Il catalogo del mondo: Plinio il Vecchio e la Storia della Natura
Posted on
LA BIENNALE DELLO STRETTO seconda edizione 2024. Le tre linee d’acqua – Le città del futuro
LA BIENNALE DELLO STRETTO seconda edizione 2024. Le tre linee d’acqua – Le città del futuro
Posted on
Previous
Next
GUIDO MOCAFICO. Serpens
CONTEMPORANEA. Capolavori dalle collezioni di Parma
FRANCO MARIA RICCI. L’Opera al Nero
Il catalogo del mondo: Plinio il Vecchio e la Storia della Natura
LA BIENNALE DELLO STRETTO seconda edizione 2024. Le tre linee d’acqua – Le città del futuro

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.