Artista + Artista. Visioni contemporanee

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari di apertura, di ultimo ingresso e condizioni di accesso in relazione alle vigenti normative ANTICOVID

Una mostra su tema del ritratto che fa riflettere su chi si cela dietro l’opera, su chi è l’artista, in un gioco immediato di rimandi, di identificazioni, di riconoscimenti.

Artista + Artista. Visioni contemporanee

 

 

Inaugurata nel 1977 la Galleria Regionale d’Arte Contemporanea “Luigi Spazzapan”, la prima istituzione museale regionale del Friuli-Venezia Giulia dedicata nello specifico all’arte contemporanea e intitolata al celebre artista di origini “gradiscane” Luigi Spazzapan (1889-1958).

Dal 14 maggio la Galleria presenta la mostra Artista + Artista. Visioni contemporanee, curata da Lorenzo Michelli e organizzata da ERPAC FVG – Ente Regionale per il Patrimonio Culturale del Friuli-Venezia Giulia

La mostra si inserisce nel più ampio progetto espositivo dedicato al tema dell’autoritratto e del ritratto d’artista, promosso e sviluppato da ERPAC in questi mesi su tre sedi espositive:

  • Magazzino delle Idee di Trieste con la mostra Io, lei, l’altra. Ritratti e autoritratti fotografici di donne artiste
  • Palazzo Attems Petzenstein di Gorizia con la mostra Autoritratti nello specchio della storia
  • Galleria Spazzapan di Gradisca d’Isonzo con Artista+ Artista. Visioni contemporanee.

In questo contesto la mostra “Artista + artista. Visioni contemporanee vuole offrire una sua interpretazione e una visione del tema del ritratto, genere artistico che conduce ad altri due temi: quello dell’identificazione dell’uomo e dell’artista e quello del rapporto con l’osservatore e il pubblico.

Due le sezioni della mostra.

  • La prima parte è dedicata alla fotografia storico-documentativa, con una selezione di tre collezioni fotografiche che mostrano ritratti di artisti dell’avanguardia contemporanea con ottiche e finalità differenti, dal ritratto d’autore al reportage. Sono gli scatti provenienti dagli archivi fotografici di Maurizio Frullani, Branko Lenart e Mario Sillani Djerrahian.
  • La seconda sezione della mostra è dedicata alle opere d’arte contemporanea create appositamente dagli artisti invitati a partecipare al progetto: Matteo Attruia, Michele Bazzana, Thomas Braida, Annibel Cunoldi Attems, Luciano de Gironcoli, Franco Dugo, Roberto Kusterle, Alessandra Lazzaris, Maria Elisabetta Novello, Paola Pisani, Anna Pontel, Mario Sillani Djerrahian, Michele Tajariol, Giorgio Valvassori, Aleksander Veliscek.

L’artista in questa sezione della mostra diventa più simile a un enigmista che opera per frammenti, segni e oggetti, che prendono forma attraverso la pittura, la fotografia, le installazioni.

Da qui l’idea che il percorso espositivo sia una sorta di mappa ricca di indizi attraverso i quali cogliere il significato dell’opera e della mostra nel suo insieme.

Una riflessione non solo su ciò che l’artista ci offre, ma anche su chi si cela dietro l’opera, quindi chi è l’artista, in un gioco immediato di rimandi, di identificazioni, di riconoscimenti, in una nuova sala di specchi.

DATA INIZIO: 14/05/2022

DATA FINE: 18/09/2022

LUOGO: GRADISCA D’ISONZO (Gorizia) Galleria Regionale d'Arte Contemporanea Luigi Spazzapan

INDIRIZZO: Via Marziano Ciotti, 51 Gradisca d'Isonzo

TEL: +39 0481 960816

ORARI DI APERTURA

  • mercoledì > domenica 10.00 – 13.00 / 15.00 – 19.00

INFO

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.