SCHIELE AND HIS LEGACY

controllare preventivamente nel sito esattezza dei dati relativi a mostra, orari e condizioni di accesso

Egon Schiele non ritrae la bellezza ma rende visibile la realtà più viscerale della condizione umana. Le sue scandalose rappresentazioni del nudo hanno scandalizzato e terrorizzato l’ambiente conservatore del tempo.

SCHIELE AND HIS LEGACY

 

 

L’Albertina Modern è uno dei più grandi musei d’arte moderna e contemporanea.

È la seconda sede dell’Albertina Museum, inaugurata a marzo 2020, con una collezione di oltre 60.000 opere di 5.000 artisti.

L’Albertina Modern presenta ampie mostre d’arte moderna e contemporanea su oltre 2.000 metri quadri, basate sul proprio patrimonio e soprattutto sulle grandi opere della collezione Essl, che dal 2017 è ospitata all’Albertina Modern.

Dal 10 settembre Albertina Modern ospita la mostra Egon Schiele and his Legacy.

Egon Schiele (1890-1918) pittore espressionista è stato esponente di spicco con Klimt della secessione viennese, movimento artistico che ricercava una pittura libera contro il conservatorismo delle accademie.

Schiele, divenuto ampiamente noto solo nel secondo dopoguerra attraverso gli Stati Uniti, ha aperto la strada a generazioni di importanti artisti.

Le sue opere, nella loro spietata crudezza, segnano un allontanamento radicale dal culto della bellezza promosso dalla Secessione viennese e dalla fin de siècle in generale. E i suoi autoritratti lo dipingono come un artista infelice e rifiutato, un vero e proprio artiste maudit.

Con la mostra aperta il 10 settembre Albertina Modern intraprende un misterioso viaggio nel sé.

Inizia da 21 dei pionieristici autoritratti e rappresentazioni del corpo di Egon Schiele.

Mentre il periodo tra il Rinascimento e la fine del XIX secolo era legato agli ideali di bellezza, somiglianza e riconoscibilità, il modernismo ha tirato indietro il sipario e ha sbirciato dietro lo scenario dell’auto-messa in scena.

Il proprio io più profondo e intimo e la scoperta dell’individuo si sono spostati al centro di ciò che riguardavano gli autoritratti.

La voglia di ritrarre il proprio essere più intimo da allora è stata seguita da numerosi altri artisti moderni che sono venuti sulla scia di Egon Schiele.

E in questa mostra, che comprende oltre 130 opere, la produzione di Schiele è esposta accanto alle opere di undici artisti contemporanei: Georg Baselitz, Günter Brus, Jim Dine, VALIE EXPORT, Elke Silvia Krystufek, Maria Lassnig, Arnulf Rainer, Cindy Sherman, Karin Mack, Adriana Czernin ed Erwin Wurm. O presenti nelle collezioni dell’Albertina Modern.

DATA INIZIO: 10/09/2021

DATA FINE: 23/01/2022

LUOGO: VIENNA – Albertina Modern

INDIRIZZO: Karlplatz 5

ORARI DI APERTURA

  • tutti i giorni 10.00 – 18.00

INFO

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.