Riccardo Benassi. Morestalgia

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari di apertura, di ultimo ingresso e condizioni di accesso in relazione alle vigenti normative ANTICOVID

- DATA INIZIO: 25/01/2023

- DATA FINE: 18/03/2023

- LUOGO: MILANO - Fondazione ICA

- INDIRIZZO: Via Orobia 26

- TEL:  +39.375.532.4806

Riccardo Benassi passa con disinvoltura dalle arti visive alla scrittura, all’architettura, al design, alla performance, fino alla musica

Riccardo Benassi. Morestalgia

 

Riccardo Benassi, Morestalgia, 2019 Veduta dell’installazione al Centre d’Art Contemporain Genève – Schermo LED attraversabile, contenuto digitale, struttura e catena in acciaio, sistema diffusione audio, elettronica di controllo Progetto realizzato grazie al sostegno dell’Italian Council (2019). Prodotto da Xing. Courtesy dell’artista. Ph. Andrea Rossetti

 

MILANO – Fondazione ICA Via Orobia 26

Dal 25/01 al 18/03/2023

Fondazione ICA Milano è una Istituzione no profit per tutte le arti, un organismo per la cultura contemporanea e un progetto ecologico per l’arte basato sul principio della sostenibilità e sulle relazioni tra le persone, i loro contesti e il mondo dell’arte.

Dal 25 gennaio 2023 ICA presenta Riccardo Benassi. Morestalgia a cura di Alberto Salvadori realizzata al piano terra della Fondazione.

Riccardo Benassi è nato nel 1982 a Cremona, dopo una formazione nell’ambito della fenomenologia e si è poi trasferito a Berlino, dove vive e lavora.

Nel suo lavoro passa con disinvoltura dalle arti visive, alla scrittura, all’architettura, al design, alla performance, fino alla musica.

Esploratore del vivere contemporaneo nella metropoli Riccardo Benassi è anche interessato al cambiamento indotto nelle nostre vite dalla tecnologia, elemento invisibile ma costantemente presente.

Nella sua ricerca utilizza una metodologia che favorisce incontri, collaborazioni e connessioni in grado di ampliare costantemente il suo spettro d’indagine.

Cuore pulsante della mostra Morestalgia presso la Fondazione ICA di Milano è l’omonima installazione realizzata dall’artista nel 2019.

L’installazione fu realizzata presso Centre d’Art Contemporain Genève ed era composta da uno Schermo LED attraversabile, con contenuto digitale, struttura e catene in acciaio, sistema diffusione audio, elettronica di controllo realizzata con il sostegno di Italian Council.

Rievocando un sentimento nostalgico caratteristico dell’era post-internet e richiamando molte tematiche divenute comuni durante la pandemia, la mostra si dipana attraverso una narrazione liquida, arricchita da una selezione di opere presentate in Italia per la prima volta.

 

ORARI DI APERTURA

  • Giovedì, venerdì e sabato 12.00 – 19.00

INFO

Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Posted on
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
Posted on
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
Posted on
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Posted on
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Posted on
Previous
Next
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.