GRIET VAN MALDEREN. Wild Souls

- DATA INIZIO: 29/01/2023

- DATA FINE: 31/03/2023

- LUOGO: GSTAAD (BERNA CH) – Studio Naegeli

- INDIRIZZO: Promenade 61

Le immagini recenti dell’Africa della fotografa belga Griet Van Malderen si incontrano con quelle scattate tra il 1930 e il 1940 dal fotografo svizzero Jacques Naegeli

GRIET VAN MALDEREN. Wild Souls – si impegna a proteggere la fauna – Immagini Gstaad scattate in Africa anni ’30 e ’40

 

GRIET VAN MALDEREN. Wild Souls
The Ambo Crossing, Griet Van Malderen in Kenya 2022

 

29.01.2023 – 31.03.2023

GSTAAD (BERNA CH) – Studio Naegeli

 

La Galleria Studio Naegeli, nella casa che fu del fotografo Jacques Naegeli (1885 – 1971), ha inaugurato il 29 gennaio la sua nuova mostra fotografica “Wild Souls” della fotografa naturalista belga Griet Van Malderen.

È raro imbattersi in una fotografa donna nella savana africana, armata di macchina fotografica e obiettivo, attiva in un campo dominato dagli uomini.

Griet Van Malderen è un’eccezione.

Ha espresso il suo talento fin dai suoi primi viaggi con la sua famiglia in Sud Africa.

Attraverso il suo lavoro si impegna a proteggere la fauna e la flora dagli effetti devastanti dell’intervento umano in questo delicato equilibrio.

La mostra “Wild Souls” presenta una selezione di fotografie recenti di Griet Van Malderen che vanno dalla natura selvaggia dell’Africa agli iconici orsi polari a Churchill, in Canada.

Gli appassionati di fotografia possono aspettarsi opere di grande formato.

Una parte della mostra è dedicata alle fotografie di animali giovani soprattutto per i bambini.

In mostra anche stampe realizzate con il processo al collodio; questo conferisce alla fotografia una qualità senza tempo e nostalgica e, a seconda dell’incidenza della luce, crea la propria vivacità.

Alle immagini di Griet Van Malderen si affiancano alcune fotografie provenienti dall’archivio di Jacques Naegeli.

Immagini Gstaad scattate in Africa anni ’30 e ’40

Le immagini del fotografo di Gstaad sono state scattate durante i suoi viaggi in Africa negli anni ’30 e ’40.

Il confronto è stimolante anche per cogliere le trasformazioni dell’ambiente  in Africa  da allora.

Martedì – Domenica 11.30 – 18.30

INFO

Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Posted on
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
Posted on
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
Posted on
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Posted on
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Posted on
Previous
Next
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.