Pikasus Logo

Giovanni Fontana. Epigenetic Poetry

Inizio - 11/09/2020

Fine - 20/12/2020

Luogo - MARSIGLIA – Centre International de Poésie/CIPM

Indirizzo - 2 Rue de la Charité

A Manifesta 13 di Marsiglia la mostra di Giovanni Fontana, artista sensibile al pensiero Fluxus che ama definirsi poliartista

Giovanni Fontana. Epigenetic Poetry

 

 

La mostra Giovanni Fontana. Epigenetic Poetry  presenta una serie di nuove opere, di grande formato, sviluppate specificamente dall’artista per il programma Parallèles

du Sud di Manifesta 13 Marseille.

Giovanni Fontana classe 1946, è un performer, architetto, poeta visuale e sonoro,  che ama definirsi poliartista.

È autore di numerose pubblicazioni in forma tradizionale e multimediale.

Fontana è considerato  uno dei maggiori protagonisti della Poesia Sonora a livello internazionale e le sue opere, che assemblano apparati elettronici per la proiezione di video e la diffusione di audio, rendono concreta la pluridimensionalità delle opere.

Si tratta di opere che oltre al loro valore sul piano visivo, hanno un rilievo sul piano testuale e si pongono altresì come vere e proprie partiture.

Tra le opere e gli interventi degli ultimi anni,  Fontana ha realizzato nel 2015 il  Poema Bonotto, videopoema pubblicato in USB pen-drive dalla Fondazione Bonotto.

Il Progetto Giovanni Fontana. Epigenetic Poetry   è  realizzato grazie al sostegno del programma di promozione dell’arte contemporanea italiana nel mondo del Ministero  italiano per i Beni e le Attività Culturali.

Ospitato nella sede del CIPM/ Centre International de Poésie Marseille è reso possibile dalla collaborazione con Alphabetville e la Fondazione Bonotto.

La Fondazione Bonotto con sede a Colceresa in provincia di Vicenza è la più importante e completa raccolta italiana del movimento artistico internazionale FLUXUS.

(https://www.fondazionebonotto.org/en)

Patrizio Peterlini,  direttore della Fondazione e curatore della mostra, organizza lo spazio in una grande installazione sonora e visiva che, grazie all’utilizzo di nuove tecnologie, tende ad ampliare il concetto di intermedialità che la sostiene.

Attraverso postazioni video e audio c’è la possibilità di vedere e ascoltare una serie di contenuti in relazione alle opere esposte.

E’ una mostra sensibile al pensiero di quegli artisti Fluxus  che negli anni sessanta del Novecento aspiravano a superare la tradizionale divisione dei domini dell’estetica mediante uno sconfinamento radicale dell’operare artistico nel ‘flusso’ della vita quotidiana favorendo la fusione di più codici e linguaggi artistici.

 

 

ORARI
Da martedì a sabato ore 11.30 – 18.00

INFO
http://www.epigeneticpoetry.altervista.org/
https://www.fondazionebonotto.org/it/news/1-events/177-giovanni_fontana_-_epigenetic_poetry.html

Leave a Comment

Terry Evans: Stories of the American Prairies

Terry Evans, fotografa delle trasformazioni del Midwest americano, in mostra per i trent’anni dell’Harn Museum of Art. Terry Evans: Stories of the American Prairies     L’Harn Museum of Art dell’Università della Florida ha aperto i battenti 30 anni fa

Leggi Tutto »
Mario Merz, 8, 5, 3, 1985. Installation View. Dia Beacon, Riggio Galleries, Beacon, New York, 2020. The Rachofsky Collection. © 2020 Artists Rights Society (ARS), New York / SIAE, Rome. Photo: Bill Jacobson Studio, New York

MARIO MERZ Alla Dia Beacon di New York

A New York personale del maestro italiano dell’Arte Povera Mario Merz MARIO MERZ Alla Dia Beacon di New York     Dia: Beacon è la filiale del museo della Dia Art Foundation, che riunisce una collezione d’arte dagli anni ’60

Leggi Tutto »
Claire Tabouret - Self-Portrait as a Tired Gold Miner; Acrylic on panel; 61 x 46 x 3.8 cm; Photographer: Marten Elder. Courtesy of the artist and Perrotin

Claire Tabouret. Lockdown self-portraits

L’artista che esprime, con opere che la ritraggono, il senso di isolamento di questi tempi di Pandemia Claire Tabouret. Lockdown self-portraits     Emmanuel Perrotin ha fondato la sua prima galleria nel 1990 all’età di ventuno anni. Ha lavorato a

Leggi Tutto »
A detail from an Edmund de Waal installation.Credit...Mike Bruce/Gagosian Gallery

Edmund de Waal: cold mountain clay

Un artista scrittore che unisce immagini e parole in opere ricche di fascino Edmund de Waal: cold mountain clay     Gagosian presenta Cold Mountain Clay, una mostra a Hong Kong di opere nuove e recenti di Edmund de Waal.

Leggi Tutto »