CARLO GUAITA. Quasi Paesaggio

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari di apertura, di ultimo ingresso e condizioni di accesso in relazione alle vigenti normative ANTICOVID

A Parigi una mostra dedicata alloscultore e pittore Carlo Guaita dal titolo Quasi Paesaggio presso la Galleria Bernard Bouche
Carlo Guaita Parte di superficie terrestre. 2021. Ink on cement. 30 x 14,5 x 7 cm.

L’artista italiano Carlo Guaita ha un modo particolare di procedere nella realizzazione delle sue opere. I suoi monocromi sono il risultato di una stratificazione continua di colore, aggiunto o tolto senza progettualità o linearità.

CARLO GUAITA. Quasi Paesaggio

 

Mostra Carlo Guaita Quasi Paesaggio
Carlo Guaita Parte di superficie terrestre. 2021. Ink on cement. 30 x 14,5 x 7 cm.

 

PARIGI – GALERIE BERNARD BOUCHE 123, Rue Vieille du Temple 75003 Paris

Dal 14/01 al 11/03/2023

La galleria d’arte parigina Bernard Bouche dedica la prima mostra del 2023 all’artista italiano Carlo GUAITA.

Nato a Palermo nel 1954 Carlo Guaita vive e lavora a Firenze.

La sua ricerca mette a confronto pittura monocroma e paesaggio accompagnando il pubblico in un viaggio speciale attraverso la scultura (cemento, pietra o cartone), la pittura e i libri.

Guaita usa una tecnica molto personale, realizza una stratificazione continua, quasi un’archiviazione, come l’insieme di opere su carta, collage fotografia e china, o piccoli quadri monocromi, realizzati sul materiale più semplice possibile, passando sopra e ancora un colore diluito nella vernice trasparente finale sul supporto.

Il colore non viene steso ma lasciato depositare orizzontalmente.

Spesso, ma non sempre, appare il nero.

La sua intensità è tale da percepire una presenza piuttosto che un’assenza.

Dovrebbe essere una totale assenza di luce ma, paradossalmente, ha una sua forza emanante, a volte a causa di una saturazione, uno strato, una pressione, uno strappo, ma comunque in tutti i casi si tratta di un’assenza ottenuta per stratificazione.

E’ un doppio procedimento quello di Guaita, avanti e indietro, mettere e togliere.

Un procedimento privo di progettualità o linearità che produce paure, rotture, aggiunte cancellanti e cancellazioni incongrue da cui può derivare una sorta di figura sospesa, monocromo piatto, reso denso e paesaggio denso, reso piatto.

Questa figura si presenta come un non essere né l’uno, presenza e rappresentazione, né l’altro, assenza e astrazione, una figura che è sempre un quasi; quasi paesaggio.

Il lavoro di Carlo è rappresentato da Galerie Bernard Bouche a Parigi, Galleria Gentili a Firenze e Rita Urso a Milano.

 

DATA INIZIO: 14/01/2023

DATA FINE: 11/03/2023

LUOGO: PARIGI - GALERIE BERNARD BOUCHE

INDIRIZZO: 123, Rue Vieille du Temple 75003 Paris

TEL: +33 1 42 72 60 03

ORARI DI APERTURA

  • Martedì > sabato 14.00 – 19.00 E su appuntamento

INFO

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.