A Napoli è caccia all’inglese

Avremmo voluto parlare di sport, Napoli è una città stupenda e il Liverpool una squadra pluridecorata; tuttavia eccoci qui, come purtroppo spesso accade, a parlare di guerra. E’ caccia l Tifoso a Napoli. La scorsa notte, nel centro della città partenopea due sostenitori del Liverpool sono stati presi di mira da ultrà del Napoli, il primo è stato accoltellato e il secondo brutalmente picchiato. Altri scontri si sono verificati in via Mezzo Cannone dove alcuni inglesi stavano cenando: ultrà napoletani li hanno aggrediti ed è stato ferito anche  il proprietario del locale, Carmine Tranchese che era uscito per calmare gli animi di alcuni napoletani che si divertivano a lanciare pietre contro i turisti intenti a cenare. L’uomo è stato aggredito e picchiato. Il sindaco di Napoli ai microfoni di Radio Kiss Kiss si è scusato: “Provo un dolore enorme nell’apprendere che alcuni tifosi inglesi sono stati aggrediti nella notte.”  – ha detto la  Iervolino – “È una brutta pagina per Napoli e mi dispiace che, per colpa di soli 15 scalmanati, sui giornali e telegiornali finirá ancora una volta tutta la città”. “

Mi appello a tutti i cittadini napoletani: esercitiamo la nostra proverbiale ospitalitá. Comportiamoci solo da tifosi, evitando spettacoli indecorosi come quello di Genova, anche se in quell’occasione i genovesi erano solo vittime – aggiunge -. Bisogna, inoltre, distinguere tra la maggioranza delle persone perbene ed i quattro, cinque scalmanati probabilmente ubriachi, che ieri notte hanno sporcato la nostra immagine. Per la gara di stasera sono tranquilla: il servizio d’ordine è adeguato e anche la polizia inglese contribuirá in maniera determinante, occupandosi dei sostenitori del Liverpool”.

 

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.