Un anno ricco di eventi a Pienza

Pienza, Città Ideale, annuncia

Un anno di “piacevoli, grandi occasioni”.

Pienza, “Città Ideale” nel cuore della Val d’Orcia e delle Crete Senesi, si propone al pubblico non solo con la bellezza dei suoi celebri monumenti e del suo singolare impianto urbanistico, unico al mondo, ma anche con un fittissimo calendario di proposte e occasioni, grandi e piccole, tutte interessanti e stimolanti. Così la città «nata da un sogno d’amore e un pensiero di bellezza», per dirla con Pascoli, si trasforma in un palcoscenico unico al mondo.

Il calendario 2014, reso noto dal Comune di Pienza, è una sequenza quasi quotidiana di eventi che danno “colore” all’accoglienza che la città di Papa Pio II Piccolomini riserva ai suoi ospiti: oltre un milione di presenze nel 2013, quasi equamente divise tra italiani e stranieri.

Cominciamo dagli eventi in programma dal prossimo mese di maggio (molti altri si sono già conclusi nei primi 4 mesi dell’anno), segnalando esclusivamente quelli di maggiore interesse turistico. Ma riconoscendo anche che infiniti altri, dal Carnevale, alla popolare Sbaccellata contadina, alle merende al Colle Mosca, alle passeggiate sulle orme degli antichi pellegrini della via Francigena e alle biciclette lungo le strade delle Crete, risultano non meno attrattivi per chi sceglie Pienza, Monticchiello e la Val d’Orcia per una vacanza di bellezza e di serenità.

Da segnalare una manifestazione ricorrente la prima domenica di ogni mese dell’anno. Si tratta della fiera promozionale “Mercato dei prodotti biologici e tradizionali del parco della Val d’Orcia” che anima Piazza Galletti. E’ un appuntamento fisso per chi vuole mettere in tavola formaggi, salumi, vini, erbe, miele unici per qualità e naturalità.

Il primo appuntamento di maggio è, dal primo all’11, con Pienza e i fiori: la piazza storica davanti a Duomo si trasforma in un meraviglioso giardino effimero, mentre fiori e piante rendono Pienza, il giorno 10 e 11, tutto un giardino. Dalla città prende poi vita un itinerario che conduce ai più bei giardini storici, pubblici e privatissimi, della Val d’Orcia.

Dal 16 al 18 maggio, i fiori lasciano spazio ai libri e ai loro autori, italiani e internazionali, con la seconda edizione di Emporio letterario. E’ un melting pot di idee e relazioni, di tendenze e opinioni che stimolano la curiosità ed eccitano la mente. Gli eventi, tutti gratuiti, fanno sì che il centro rinascimentale del paese sia vivo e pulsante teatro di cultura, condivisione, libertà. A margine anche musica e incontri dedicati ai bambini.

Chi ama approfondire la conoscenza di se, si da appuntamento, dal 4 al 6 luglio, tra Pienza e Monticchiello per “Aura: Festival di natura e spirito”, con i grandi maestri dello yoga, artisti, studiosi. Conferenze, seminari, film, incontri, concerti, danza e momenti di comunità e condivisione per ristabilire un contatto diretto con la natura, sentirsi parte della natura e connessi a tutte le cose, presenti al miracolo di creatività incessante della vita.

Altro appuntamento consolidato nel tempo e ben noto non solo a livello nazionale è quello, dal 20 luglio al 14 agosto, con la Compagnia del Teatro Povero di Monticchiello, nella cornice, assolutamente unica, della piccola, bellissima frazione di Pienza accoccolata sulla collina.

Nella più pura tradizione è la Fiera del Cacio al Fuso (5-7 settembre) dove il cacio non solo lo si può degustare in tutti i modi possibili ma diventa anche protagonista di un singolarissimo Palio disputato dalle sei Contrade pientine. 

Quest’anno ricorre il centenario della nascita di Mario Luzi, poeta innamorato di Pienza e la città lo ricorda, dal 27 settembre al 31 dicembre, con un articolato calendario di incontri e letture e con una preziosa esposizione di suoi testi inediti. E sarà davvero bello ripercorrere con lui “ La strada tortuosa che da Siena conduce all’Orcia / traverso il mare mosso di crete dilavate / che mettono di marzo una peluria verde / è una strada fuori del tempo, una strada aperta / e punta con le sue giravolte al cuore dell’enigma. // Reale o irreale, solare o notturna – / assorti ne seguivano / il lungo saliscendi / di padre in figlio i miei vecchi con un presagio di tormento.”

Durante le festività natalizie si svolgerà “Pienza si veste di luce”. Piazza Pio II diventerà una mirabile scenografia di luce, con la facciata della Cattedrale che per tutta la notte, mediante l’ausilio di particolari proiettori 3D, si trasformerà in uno schermo spettacolare sul quale saranno proiettate una serie di immagini sacre della Natività di Gesù tratte dai più grandi capolavori della pittura italiana antica, il tutto accompagnato da una suggestiva colonna sonora di musica classica.

Ufficio Stampa: Studio ESSECI di Sergio Campagnolo

tel. 049 66 34 99

www.studioesseci.net;  info@studioesseci.net

 

Comunicato stampa

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.