Rita Ackermann. Mama,’21

controllare preventivamente nel sito esattezza dei dati relativi a mostra, orari e condizioni di accesso

- DATA INIZIO: 08/10/2021

- DATA FINE: 27/11/2021

- LUOGO: MONTECARLO – Hauser & Wirth

- INDIRIZZO: Place Du casino - 98000 Monaco

Le opere dell’artista di origine ungherese Rita Ackermann occupano lo spazio tra figurativo e astratto, oscillando tra gli opposti impulsi di creazione e distruzione.

Rita Ackermann. Mama,’21

 

 

Situata nel cuore di Monaco, vicino allo storico Hôtel de Paris, la nuova galleria di Hauser & Wirth presenta uno spettacolare spazio espositivo di 290 mq. con pareti alte 9 metri, illuminato dall’alto da un suggestivo lucernario.

La galleria, di rilevanza internazionale, con 16 sedi in varie località nel mondo, ha inaugurato la nuova sede di Montecarlo con una mostra di altissimo livello dedicata all’artista francese Louise Bourgeois.

L’artista, di cui è famosa l’iconica scultura Maman, gigantesca statua in bronzo, alta dieci metri e larga altrettanto, raffigurante un enorme ragno, presente in otto famosi siti nel mondo tra cui una a fianco del Museo Guggenheim di Bilbao, è presente fino al 26 settembre.

Dal 8 ottobre Hauser &Wirth propone già la seconda esposizione: Rita Ackermann. Mama,’21

Artista ungherese di nascita (Budapest 1968) e residente a New York, Rita Ackermann presenta un nuovo corpus di opere della sua serie Mama.

La mostra consiste in dipinti su tela che rivelano la sua persistente interrogazione su linea, colore e forma.

Nella nuova serie di dipinti di Mama, le immagini ripetute sono spesso combinate con vivide strisce di colore, conferendo al suo lavoro una complessa componente visiva che oscilla tra astrazione e figurazione.

Le sue immagini sono il prodotto di linee e gesti automatici, uno sviluppo inconscio della forma.

Sono opere che occupano uno spazio tra il figurativo e l’astratto, dove le forme umane contemporaneamente scompaiono e riaffiorano.

ORARI DI APERTURA

  • Martedì > sabato 10.00 -18.00

INFO

Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Posted on
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
Posted on
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
Posted on
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Posted on
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Posted on
Previous
Next
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.