LENZ GEERK. Moonpaintings

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari di apertura, di ultimo ingresso e condizioni di accesso in relazione alle vigenti normative ANTICOVID

- DATA INIZIO: 15/12/2022

- DATA FINE: 28/01/2023

- LUOGO: MILANO - Massimo De Carlo Gallery

- INDIRIZZO: Casa Corbellini- Wassermann - Via Lombardia, 17

- TEL: +39 02 7000 3987

L’artista tedesco Lenz Geerk esplora un mondo intimo e alienato, illuminato dal chiaro di luna e abitato da figure pensierose e sognanti.

LENZ GEERK. Moonpaintings

 

 

MILANO – Massimo De Carlo Gallery Casa Corbellini- Wassermann – Via Lombardia, 17

Dal 15/12/2022 al 28/01/2023

MASSIMODECARLO ha inaugurato il 15 dicembre 2022 Moonpaintings, prima mostra personale di Lenz Geerk nella sede di Casa Corbellini-Wassermann a Milano.

Lenz Geerk, artista tedesco nato nel 1988, esplora un mondo intimo e alienato, illuminato dal chiaro di luna e abitato da figure pensierose e sognanti.

Presentate in ambienti malinconici e senza tempo, le scintillanti lune di Geerk illuminano paesaggi naturali come presenze confortanti e allo stesso tempo indagatrici.

La luna è un continuum nella serie di Geerk, trait d’union tra un dipinto e l’altro e musa protettrice delle figure che illumina nel suo radioso bagliore notturno.

Per Geerk “La luna è diventata un oggetto così kitsch che dipingerla è quasi scomodo. Se qualcosa è sconveniente, mi piace dipingerlo”.

L’attenzione alla contemporaneità non taglia però il riferimento all’iconografia del Romanticismo tedesco, che catturava la natura e la luce in tutta la loro sublime grandezza.

Natura che Geerk, in questa nuova serie di opere, rende in modo oscuro e composto, proponendo un’atmosfera selvaggia e desolata.

I paesaggi di Geerk presentano alberi nudi dai rami nodosi e radure di campagna dalle curve morbide e dai colori intensi.

Anche se essenziale nei suoi contorni, la natura di Geerk è rappresentativa di una realtà.

In Moonpainting, l’artista ricorda le proteste ambientaliste dove gli attivisti si costruivano abitazioni e vivevano sugli alberi per porre fine all’abbattimento della foresta di Hambach, nella Germania occidentale.

Era una così bella immagine – ci ha messo in contatto con la natura, permettendoci di tornare da dove siamo venuti“, spiega Geerk.

A volte da sole, a volte insieme, le figure di Geerk sono permeate da un senso di nostalgia, estraneità e turbamento emotivo.

I volti androgini e anonimi raffigurati dall’artista ritraggono, senza sforzo, un’umanità psicologicamente messa a nudo.

Sfocando volontariamente i colori della pelle e i tratti somatici, l’artista disegna però figure riconoscibili che mirano a stabilire una relazione intuitiva e fluida con lo spettatore.

I personaggi, muovendosi sensualmente e selvaggiamente sulla tela, trasudano un’inquietudine contemporanea che si materializza in una gamma di colori tenui.

ORARI DI APERTURA

  • Martedì > sabato 11.00 – 18.30

INFO

GUIDO MOCAFICO. Serpens
GUIDO MOCAFICO. Serpens
Posted on
CONTEMPORANEA.  Capolavori dalle collezioni di Parma
CONTEMPORANEA. Capolavori dalle collezioni di Parma
Posted on
FRANCO MARIA RICCI. L’Opera al Nero
FRANCO MARIA RICCI. L’Opera al Nero
Posted on
Il catalogo del mondo: Plinio il Vecchio e la Storia della Natura
Il catalogo del mondo: Plinio il Vecchio e la Storia della Natura
Posted on
LA BIENNALE DELLO STRETTO seconda edizione 2024. Le tre linee d’acqua – Le città del futuro
LA BIENNALE DELLO STRETTO seconda edizione 2024. Le tre linee d’acqua – Le città del futuro
Posted on
Previous
Next
GUIDO MOCAFICO. Serpens
CONTEMPORANEA. Capolavori dalle collezioni di Parma
FRANCO MARIA RICCI. L’Opera al Nero
Il catalogo del mondo: Plinio il Vecchio e la Storia della Natura
LA BIENNALE DELLO STRETTO seconda edizione 2024. Le tre linee d’acqua – Le città del futuro

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.