Hannelore Baron: collages

controllare preventivamente nel sito esattezza dei dati relativi a mostra, orari e condizioni di accesso

- DATA FINE: 20/02/2021

- LUOGO: NEW YORK - Michael Rosenfeld Gallery

- INDIRIZZO: Online / Viewing Room

- TEL: T: 212.247.0082

L’artista che nella tecnica del collages ha trovato lo strumento per rappresentare la sua visione del mondo e le sue preoccupazioni per la condizione umana nella società odierna

Hannelore Baron: collages

 

Untitled (C82197), 1982 mixed media collage with fabric, paper, ink and monoprint on two sheets of joined paper 7 1/4 x 11 inches signed
Untitled (C82197), 1982 mixed media collage with fabric, paper, ink and monoprint on two sheets of joined paper 7 1/4 x 11 inches signed

 

La Galleria Michael Rosenfeld è specializzata nell’arte del XX e XXI secolo.

Fondata nel 1989 da Michael Rosenfeld, la galleria ha aperto le sue porte per promuovere arte e artisti americani – conosciuti o sconosciuti – che hanno contribuito alla creazione e allo sviluppo negli Stati Uniti dei principali movimenti artistici del Novecento, dal surrealismo al realismo sociale, dall’ espressionismo astratto a quello figurativo, all’ astrazione geometrica.

Fino al 20 febbraio la galleria propone al suo pubblico e ai collezionisti, online nella piattaforma di osservazione e contrattazione Viewing Room, una selezione di Collages di Hannelore Baron.

La mostra è allestita presso gli spazi della Galleria al numero 100 dell’undicesima strada di New York ma non è visitabile in presenza causa Covid19.

Hannelore Baron (1926-1987), si trasferisce negli stati Uniti proveniente dalla Germania nel 1941.

Stabilitasi in appartamento/studio nel Bronx a New York, spesso usava la cucina per realizzare le sue opere nei momenti di quiete e solitudine notturna.

Ispirata dall’arte antica, da testi e iconografie religiose, animata da un forte interesse per i temi antropologici e archeologici l’artista ha saputo creare un corpus di collages incredibile e prolifico.

Nel suo lavoro di collage che combina magistralmente tecniche sperimentali di incisione con materiali trovati, Baron esplora la condizione umana.

L’artista attribuiva un valore particolare ai suoi collages, trasferendo in essi i pensieri e i sentimenti di preoccupazione per le questioni sociali e i problemi del secolo, così come la precarietà dell’esistenza in qualsiasi momento, che lei provava nella sua stessa esistenza..

ORARI DI APERTURA

  • Aperta online senza limiti d’orario

INFO

Michael Rosenfeld Gallery

Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Posted on
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
Posted on
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
Posted on
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Posted on
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Posted on
Previous
Next
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.