Come restaurare un vecchio ventaglio in seta dipinta

Il ventaglio, nei secoli passati, è stato l’oggetto più vezzoso usato dalle donne appartenenti sia alla nobiltà che alla vecchia borghesia. Adoperato per un infinito numero di volte, è abbastanza facile che sia arrivato ai giorni nostri, recando quei danni che l’usura ha provocato con l’andare del tempo, come la polvere o gli strappi. Se il nostro oggetto è di modesto valore, possiamo ricorrere ad una semplice riparazione seguendo i seguenti accorgimenti:principalmente ci muniremo di un pennello piatto n. 30 con setole morbide, una gommapane, del cotone idrofilo, un foglio di carta velina o di carta giapponese  o se fosse possibile della seta dello stesso colore del ventaglio da restaurare, colla per carta o metilcellulosa,un taglierino, una pinzetta , alcuni pennelli a goccia n. 1 e n. 2 ed infine alcuni colori ad acquerello. Prima di procedere al restauro vero e proprio, si pulisce la pagina del ventaglio con un pennello morbido, mentre con la gommapane, si tolgono le eventuali macchie di polvere grassa. Se gli aloni appaiono resistenti, si possono eliminare versando sul tessuto uno strato  spesso di fecola di patate, che avremo fatto intiepidire in un pentolino. Dopo circa un’ora dall’applicazione, si spazzola via la fecola accuratamente. Qualora la superficie dovesse presentare macchie di muffa, queste possono essere eliminate con una pezzuola imbevuta di succo di limone che strofineremo sulla macchia, fin che non scompare completamente.Infine si puliscono le stecche del ventaglio, servendosi di un bastoncino imbevuto di olio di mandorle  che serve non solo a togliere lo sporco superficiale, ma anche a ravvivarne la lucentezza. Successivamente, si procede alla riparazione dello strappo, incollando la pagina posteriore del ventaglio, un pezzo di carta giapponese, i cui bordi vengono vengono bagnati con la colla. A questo punto si poggia la carta sullo strappo facendola bene aderire.Quando la colla si è asciugata, se il ventaglio è decorato, si ricostruisce il disegno mancante servendosi degli acquerelli in modo da coprire lo strappo ripristinato.Il nostro restauro è così ultimato ed il ventaglio può essere conservato all’interno di una teca impreziosita da una bella cornice.

(Articolo a cura di Loredana Rizzo)

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.