#54 Donne, uomini, bambini Giorgio Casali ad un’altra prospettiva

Mostra online permanente

- LUOGO: VENEZIA - UNIVERSITA’ di ARCHITETTURA IUAV

- INDIRIZZO: Mostre online

Una mostra dedicata ad un fotografo d’architettura che rivolgeva particolare attenzione alla persona e alla vita quotidiana.

#54 Donne, uomini, bambini Giorgio Casali ad un’altra prospettiva

 

Giorgio Casali, Vieste e Peschici: veduta, 1963
Giorgio Casali, Vieste e Peschici: veduta, 1963

 

PETIT TOUR è un’iniziativa dell’Archivio progetti dell’Università di Architettura (IUAV) di Venezia.

Nato nel 1987 come struttura del Dipartimento di Progettazione, l’archivio ebbe la sua prima sede presso il Masieri Memorial, palazzina affacciata sul Canal Grande, il cui restauro rappresenta l’unico intervento a Venezia del grande architetto americano Frank Lloyd Wright.

Oggi l’Archivio è inserito nel Sistema Bibliotecario e Documentale dell’Ateneo veneziano.

Nella sua attività costante di ricerca e valorizzazione l’Archivio presenta online pillole di architetti famosi, che stimolano il desiderio di approfondimento e di conoscenza, aiutano il lavoro di ricerca e concorrono ad incrementare la sensibilità dei nuovi architetti ai valori del costruire nel terzo millennio.

Si tratta di schede molto essenziali nel testo, con una adeguata documentazione fotografica e bibliografica.

La scheda n° 54, curata da Anna Giambellini e Cecilia Marcolini, è dedicata ad un fotografo che legava l’architettura alla figura umana.

La mostra Donne, uomini, bambini. Giorgio Casali ad un’altra prospettiva, è un contributo alla conoscenza di Giorgio Casali (Lodi, 1913 – Milano 1995), uno dei più famosi fotografi di architettura e design italiani del ‘900.

Orfano dei genitori, si trasferisce a Milano nel 1928, dove inizia a conoscere il mondo della fotografia lavorando come garzone nello studio fotografico Rambaldi.

Nel 1951 entra in contatto con Gio Ponti per il quale realizza le iconiche immagini della Superleggera ed inizierà da qui la collaborazione con Domus per oltre trent’anni.

L’opera di Casali non si limita unicamente alla fotografia di architettura e design per la stampa commerciale di grande diffusione.

Nel fondo archivistico di Giorgio Casali, infatti, si trovano immagini inedite scattate al di fuori dello studio, durante le vacanze estive o momenti di svago.

Se le fotografie commissionate restituiscono oggetti, architetture e modelle in posa, con scatti studiati nel minimo dettaglio, le fotografie svolte al di fuori dell’orario di lavoro sembrano scatti rubati, nei quali emerge un’attenzione particolare per la persona e la vita quotidiana.

L’indagine sull’archivio invita a riflettere sul ruolo della fotografia: una costante nella vita di Casali, non solo lavoro, ma mezzo per raccontare il mondo e lasciare memoria di ciò che capitava sotto i suoi occhi.

Anche questo Petit Tour è uno degli esiti del progetto didattico curato da Rosa Chiesa realizzato dalle studentesse nell’ambito del corso magistrale “Metodologie della ricerca: fonti, reti, archivi” della laurea magistrale in Design del prodotto, della comunicazione e degli interni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.