Mario Cresci Homo Ludens: fotografia e ceramica a Lecce

Mario Cresci: Homo Ludens al Castello Carlo V e Linea di Lecce

Mario Cresci Homo Ludens dal 26 luglio al 15 settembre 2024 a Lecce. Fotografia e ceramica in mostra. Ingresso gratuito.

 

 

 

Un percorso tra fotografia e ceramica

Introduzione all’evento

Lecce si prepara ad ospitare “Mario Cresci. Homo Ludens”, una mostra personale del celebre fotografo italiano Mario Cresci. L’evento, che si terrà dal 26 luglio al 15 settembre 2024, sarà inaugurato in due prestigiose sedi: il Bastione S. Trinità del Castello Carlo V e gli spazi di Linea, centro di studio e promozione dell’arte contemporanea.

Dettagli dell’esposizione

Mario Cresci e l’homo ludens

La mostra curata da Flavia Parisi e Alice Caracciolo esplora il concetto di homo ludens, come teorizzato da Johan Huizinga nel 1938. Cresci utilizza questo tema per indagare il gioco come elemento fondamentale dell’attività umana, capace di creare legami e alimentare la creatività. Attraverso oltre 30 opere fotografiche, Cresci documenta la produzione ceramica del territorio leccese, con particolare attenzione ai fischietti in ceramica di Cutrofiano, simboli di tradizione e artigianato.

CLAUDIO COSTA. Ecce homo

Mario Cresci Homo Ludens dal 26 luglio al 15 settembre 2024 a Lecce. Fotografia e ceramica in mostra. Ingresso gratuito.

Le sedi della mostra

Castello Carlo V: Qui saranno esposte fotografie a colori, documenti d’archivio della serie “Misurazioni” (1979) e una selezione di fischietti e altri oggetti ceramici dal Museo della Ceramica di Cutrofiano. L’inaugurazione avrà luogo il 26 luglio alle ore 18.

Linea: Questo spazio ospiterà un focus sulla relazione tra fotografia e grafica, presentando disegni e documenti che illustrano il processo creativo di Cresci. L’inaugurazione si terrà lo stesso giorno alle ore 20:30.

COMICON Napoli 2024

Biografia di Mario Cresci

Mario Cresci Homo Ludens dal 26 luglio al 15 settembre 2024 a Lecce. Fotografia e ceramica in mostra. Ingresso gratuito.
Mario Cresci

Mario Cresci, nato a Chiavari nel 1942, vive e lavora a Bergamo. Pioniere di un linguaggio fotografico sperimentale, ha influenzato profondamente la fotografia italiana dagli anni ’60 in poi. La sua ricerca interdisciplinare abbraccia design industriale, arte povera e comunicazione visiva. Le sue opere sono presenti nelle collezioni di musei prestigiosi, tra cui il MoMA di New York, e ha pubblicato numerosi libri sulla fotografia e il design.

EAF2024. Edinburgh Art Fair

Il progetto Homo Ludens

Homo Ludens nasce come progetto di committenza proposto da Linea, nell’ambito dell’iniziativa “Strategia Fotografia 2023” promossa dal Ministero della Cultura. Il progetto mira a valorizzare la produzione fotografica e artigianale del Salento, coinvolgendo artisti, ceramisti e istituzioni culturali locali.

Informazioni pratiche

Orari di apertura:

Castello Carlo V:

  • Martedì – Domenica: 10:00 – 13:00
  • Giovedì, Venerdì, Domenica: 16:00 – 20:00

Linea:

  • Giovedì e Venerdì: 16:00 – 20:00

Ingresso: Gratuito

LA PASSEGGIATA DELLA LINEA 100 protagonisti del disegno

Cresci, Homo ludens_Carabiniere

Conclusioni

“Mario Cresci. Homo Ludens” rappresenta un’importante occasione per approfondire la relazione tra fotografia e artigianato, offrendo una prospettiva unica sul gioco come strumento di esplorazione creativa. La mostra invita il pubblico a riflettere sulla bellezza e il significato degli oggetti quotidiani, attraverso lo sguardo innovativo di uno dei maestri della fotografia italiana.

#MarioCresci #HomoLudens #mostradarte #fotografiacontemporanea #ceramica #Cutrofiano #CastelloCarloV #LineaLecce #artecontemporanea #eventiculturalilecce

Informazioni pratiche

Orari di apertura:

Castello Carlo V:

  • Martedì – Domenica: 10:00 – 13:00
  • Giovedì, Venerdì, Domenica: 16:00 – 20:00

Linea:

  • Giovedì e Venerdì: 16:00 – 20:00

Ingresso: Gratuito

 

Dallo splendore alle incertezze. 1910-1950 Storia di una collezione privata
Dallo splendore alle incertezze. 1910-1950 Storia di una collezione privata
Posted on
Fabio Di Lizio: “Sottosuolo” in mostra a L’Aquila
Fabio Di Lizio: “Sottosuolo” in mostra a L’Aquila
Posted on
Nel tempo
Nel tempo
Posted on
GAE AULENTI
GAE AULENTI
Posted on
UZBEKISTAN: l’Avanguardia nel deserto. La Forma e il Simbolo
UZBEKISTAN: l’Avanguardia nel deserto. La Forma e il Simbolo
Posted on
Previous
Next
Dallo splendore alle incertezze. 1910-1950 Storia di una collezione privata
Fabio Di Lizio: “Sottosuolo” in mostra a L’Aquila
Nel tempo
GAE AULENTI
UZBEKISTAN: l’Avanguardia nel deserto. La Forma e il Simbolo

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.