L’altra realtà: le nature morte di Osvaldo Licini

Fino al 3 novembre il comune di Monte Vidon Corrado con il Centro Studi Osvaldo Licini presenta la mostra sulle nature morte

L’altra realtà: le nature morte di Osvaldo Licini

MONTE VIDON CORRADOCasa Museo Osvaldo Licini
Piazza O. Licini, 9 Monte Vidon Corrado (Fermo- Marche)
Fino al 3 novembre 2019

 

L’altra realtà: le nature morte di Osvaldo Licini
L’altra realtà: le nature morte di Osvaldo Licini

 

Osvaldo Licini

Osvaldo Licini (1894 – 1958) artista, scrittore era un figlio d’arte.

Infatti, Il padre Vincenzo, abile disegnatore, era cartellonista, la madre Amedea Corazza direttrice di una casa di moda.

In più, la sorella Esmeralda sarà ballerina all’Opéra di Parigi.

Formatosi all’Accademia di belle arti di Bologna ebbe come compagni:

 

  • Giorgio Morandi
  • Mario Bacchelli
  • Giacomo Vespignani

 

Si avvicina al Futurismo senza mai aderire formalmente.

Partecipa a mostre collettive e personali nelle principali istituzioni d’arte e più volte alla Biennale di Venezia.

Alla XXIX Biennale del 1958 Licini fu insignito del Gran Premio per la pittura, un dovuto omaggio a una delle personalità più originali del panorama artistico italiano della prima metà del XX secolo.

 

La mostra “L’altra realtà: le nature morte di Osvaldo Licini”

Fino al 3 novembre il comune di Monte Vidon Corrado con il Centro Studi Osvaldo Licini presenta la mostra sulle nature morte.

La prima focalizzata su questo genere che è rimasto escluso dalle importanti mostre dedicate a Licini in questo ultimo decennio.

La rassegna costituisce un’eccezionale occasione di vedere alcuni dipinti di grande intensità e poco esposti.

Inoltre, è possibile ricostruire alcune influenze stilistiche che hanno segnato l’attività di Licini nella fase figurativa.

 

 

Il genere della natura morta “l’altra realtà”

Il genere della natura morta ha avuto una grande fortuna nel corso del XX secolo.

Anche Osvaldo Licini nella fase figurativa degli anni Venti si è dedicato molto a questo tema.

Il titolo della mostra fa riferimento a “l’altra realtà” in quanto l’interpretazione che l’artista dà al tema della natura morta è tutt’altro che oggettiva e naturalistica.

Non una resa meramente visiva ma fortemente interiorizzata, un percorso verso l’astrazione.

 

ORARI

sabato e domenica

ore 17:00 – 19:00

altri giorni: apertura solo su richiesta con prenotazione

 

INFO

TEL: 334.9276790

info@centrostudiosvaldolicini.it

 

Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Posted on
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
Posted on
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
Posted on
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Posted on
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Posted on
Previous
Next
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.