Italia Sessanta. Arte, Moda e Design. Dal Boom al Pop

- DATA INIZIO: 29/06/2024

- DATA FINE: 27/10/2024

- LUOGO: GORIZIA – Palazzo Attems Petzenstein

- INDIRIZZO: Piazza de Amicis, 2

- TEL: +39 0481 385228 / +39 348 1304726

Una mostra dedicata ad un decennio straordinario per la vita e i costumi del paese, raccontato attraverso le assonanze di genere tra arte, moda, design, musica

Palazzo Attems Petzenstein di Gorizia ospita la mostra Italia Sessanta. Arte, Moda e Design. Dal Boom al Pop

 

Palazzo Attems Petzenstein di Gorizia ospita la mostra Italia Sessanta. Arte, Moda e Design. Dal Boom al Pop
Installation view

 

Nato nel 1999 in seno ai Musei Provinciali di Gorizia, il Museo della Moda e delle Arti Applicate, con sede in Borgo Castello 13, rappresenta una delle pochissime istituzioni museali italiane dedicate organicamente alla storia del tessile e del costume.

Per iniziative del Museo vengono organizzate mostre temporanee che trovano spazio in altri siti dei Musei civici di Gorizia.

Uno di questi è Palazzo Attems Petzenstein, sede della Pinacoteca che al piano terra ospita mostre temporanee organizzate dalle varie istituzioni che compongono il sistema dei Musei provinciali di Gorizia.

Nel 2023 il Museo aveva dedicato la principale mostra annuale agli anni ‘ 50 con la mostra chiusa a fine agosto dal titolo Italia Cinquanta. Moda e Design. Nascita di uno stile.

La mostra del 2024 è invece dedicata al decennio successivo con la mostra Italia Sessanta. Arte, Moda e Design. Dal Boom al Pop aperta al pubblico di appassionati e curiosi dal 29 giugno al 27 ottobre 2024.

La mostra, a cura di Carla Cerutti, Enrico Minio Capucci, Raffaella Sgubin, Lorenzo Michelli, affronta un decennio effervescente e controverso, quello dei “mitici” Anni Sessanta.

Tempo di complessi mutamenti sociali e politici, certo, ma anche di originali spinte creative e dell’imporsi di nuovi approcci e nuove visioni.

A mutare è il modo di vivere, di abitare, lavorare, vestire, amare e gestire il tempo libero.

Sono gli anni dell’alluvione di Firenze e Venezia del ’66, delle contestazioni studentesche del ’68 e ’69, del primo esprimersi degli Anni di piombo, ma anche quelli in cui ogni sogno sembra poter diventare realtà, a partire dall’uomo a passeggio sulla Luna.

A Milano nasce il Salone del Mobile, trionfano le materie plastiche che consentono ulteriore libertà creativa.

Sono gli anni della plastica arancione, del design, delle più incredibili sperimentazioni.

Fioriscono oggetti-icona destinati a connotare l’epoca e che, nel loro piccolo, mutano il mondo di vivere.

Basti citare il mangiadischi che porta la musica ovunque si voglia: una piccola, enorme rivoluzione.

“Italia Sessanta. Arte, moda e design. Dal Boom al Pop offre l’imperdibile opportunità di compiere un viaggio dentro quello che è uno dei grandi miti della storia recente.

La mostra, inappuntabile nei contenuti e nell’analisi storico critica, si annuncia leggera, divertente, coinvolgente.

Ad accogliere i visitatori sarà una sfavillante Ferrari 275 gtb del 1965, affiancata da una Lamborghini Miura, quest’ultima presente solo in immagine, per questione di spazio, simboli evidenti e universali del design ma anche dell’imporsi della tecnologia Made in Italy.

ORARI DI APERTURA

  • martedì > domenica 10.00-18.00
  • Ogni prima domenica del mese ingresso gratuito

INFO

Dallo splendore alle incertezze. 1910-1950 Storia di una collezione privata
Dallo splendore alle incertezze. 1910-1950 Storia di una collezione privata
Posted on
Fabio Di Lizio: “Sottosuolo” in mostra a L’Aquila
Fabio Di Lizio: “Sottosuolo” in mostra a L’Aquila
Posted on
Nel tempo
Nel tempo
Posted on
GAE AULENTI
GAE AULENTI
Posted on
UZBEKISTAN: l’Avanguardia nel deserto. La Forma e il Simbolo
UZBEKISTAN: l’Avanguardia nel deserto. La Forma e il Simbolo
Posted on
Previous
Next
Dallo splendore alle incertezze. 1910-1950 Storia di una collezione privata
Fabio Di Lizio: “Sottosuolo” in mostra a L’Aquila
Nel tempo
GAE AULENTI
UZBEKISTAN: l’Avanguardia nel deserto. La Forma e il Simbolo

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.