CHIARA FABBRO. Along the Border

- DATA INIZIO: 20/06/2024

- DATA FINE: 20/07/2024

- LUOGO: RAVENNA - PR2 Palazzo Rasponi2

- INDIRIZZO: Via d’Azegllo, 2

“Along the Border” documenta con profonda umanità le sofferenze e le speranze dei migranti che tentano di raggiungere l’Europa percorrendo la rotta balcanica

PR2 Palazzo Rasponi2 di Ravenna ospita la mostra fotografica di CHIARA FABBRO. Along the Border, fino al 20 luglio

 

PR2 Palazzo Rasponi2 di Ravenna ospita la mostra fotografica di CHIARA FABBRO. Along the Border, fino al 20 luglio
Installation view

 

Palazzo Rasponi2/PR2 nasce nel 2016 nell’ambito del progetto “Arte in Comune”, avviato dal Comune di Ravenna, Ass. alle Politiche Giovanili, con lo scopo di dare un luogo alla libera creatività giovanile nelle sue diverse forme espressive.

Dal 20 giugno 2024 si apre in questo spazio espositivo la mostra Along the Border di Chiara Fabbro.

Chiara Fabbro è una fotografa documentarista italiana che vive a Londra.

Il suo lavoro sui diritti umani e le migrazioni l’ha portata in molte parti del mondo.

Negli edifici abbandonati dei Balcani dove uomini, donne e bambini migranti restano bloccati durante il loro viaggio verso l’Europa.

Nei sobborghi di Kuala Lumpur, in Malesia, dove coloro che sono fuggiti da conflitti e persecuzioni vivono in un limbo.

Sulle spiagge delle Isole Canarie, meta di migliaia di persone che ogni anno affrontano le acque dell’oceano Atlantico in quello che è probabilmente il viaggio di migrazione più pericoloso del pianeta.

Chiara ha ottenuto il premio Portrait of Humanity 2021 e ha ricevuto una menzione d’onore al Photography 4 Humanity Global Prize 2020, sostenuto dall’agenzia per i diritti umani delle Nazioni Unite.

È stata inoltre pre-selezionata per il Marilyn Stafford FotoReportage Award (2022) e per l’International Women in Photo Association Award (2022 e 2023).

In questa mostra Chiara Fabbro documenta quanto accade ancora oggi lungo la rotta Balcanica a migliaia di migranti che cercano di raggiungere l’Europa: i respingimenti collettivi e a catena, le condizioni di vita delle persone, i drammatici racconti di un tragitto fitto di pericoli.

    L’esposizione, che si apre in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, si pone come approfondimento all’interno del Festival delle Culture, su come stia cambiando la tutela dei diritti umani lungo i confini orientali dell’Unione Europea.

Andy Warhol: la mostra “The Age of Freedom” al Castello di Desenzano del Garda
Andy Warhol: la mostra “The Age of Freedom” al Castello di Desenzano del Garda
Posted on
Alessia Babrow presenta “Love My Mother” nel progetto #EX_TRA a Roma
Alessia Babrow presenta “Love My Mother” nel progetto #EX_TRA a Roma
Posted on
Retrospettiva di Jean-Marie Barotte alla Fabbrica del Vapore: un viaggio nell’arte italo-francese
Retrospettiva di Jean-Marie Barotte alla Fabbrica del Vapore: un viaggio nell’arte italo-francese
Posted on
BAJ. BajchezBaj
BAJ. BajchezBaj
Posted on
PINO PINELLI. Si può essere poeti con una sola parola
PINO PINELLI. Si può essere poeti con una sola parola
Posted on
Previous
Next
Andy Warhol: la mostra “The Age of Freedom” al Castello di Desenzano del Garda
Alessia Babrow presenta “Love My Mother” nel progetto #EX_TRA a Roma
Retrospettiva di Jean-Marie Barotte alla Fabbrica del Vapore: un viaggio nell’arte italo-francese
BAJ. BajchezBaj
PINO PINELLI. Si può essere poeti con una sola parola

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.