Cercavano armi, trovano una tigre in un casolare

www.fond-ecran.com

Fonte: FANPAGE

Gli agenti di polizia del commissariato di Scampia hanno trovato il felino in buone condizioni dentro una gabbia. Il proprietario stava cercando un acquirenti a cui venderlo.

Gli agenti di polizia del commissariato di Scampia hanno trovato in un casolare nelle campagne di Mugnano di Napoli un cucciolo di tigre di 4 mesi, chiuso in una gabbia di un’azienda agricola che vendeva prodotti ortofrutticoli, il cui proprietario ha raccontato di aver trovato il felino qualche mese fa nei pressi del casolare. Avrebbe poi custodito il tigrotto – piccolo ma già potenzialmente pericoloso per l’uomo – in attesa di un acquirente disposto a comprarlo.  Una versione dei fatti al vaglio degli investigatori che sono riusciti a compiere la singolare scoperta dopo la segnalazione di una partita di armi in zona. Armi che, al momento, non sono state ancora rinvenute. Il titolare dell’azienda è incensurato e non risulta legato, secondo i primi riscontri effettuati dagli agenti, ad alcun gruppo criminale dell’area a nord del capoluogo campano. Il felino, che gode di buona salute, sarà messo in sicurezza dal personale e dai veterinari dell’Asl e accudito in una struttura specializzata.

TERZA TERRA. Michelangelo Pistoletto e Cittadellarte a Villa Manin
TERZA TERRA. Michelangelo Pistoletto e Cittadellarte a Villa Manin
Posted on
Our rivers share a mouth / i nostri fiumi condividono una bocca.
Our rivers share a mouth / i nostri fiumi condividono una bocca.
Posted on
ALESSIO PELLICORO. Accepting the void.
ALESSIO PELLICORO. Accepting the void.
Posted on
Sergio Strizzi: The Perfect Moment
Sergio Strizzi: The Perfect Moment
Posted on
LUIGI PERICLE
LUIGI PERICLE
Posted on
Previous
Next
TERZA TERRA. Michelangelo Pistoletto e Cittadellarte a Villa Manin
Our rivers share a mouth / i nostri fiumi condividono una bocca.
ALESSIO PELLICORO. Accepting the void.
Sergio Strizzi: The Perfect Moment
LUIGI PERICLE

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.