Arte e stili: l’Eclettismo

Nei paesi di lingua tedesca viene indicato con il nome Biedermeier. Questo stile nasce tra il 1815 ed il 1840. Il mobilio viene intarsiato e tornito,mentre gli incastri sono molto fitti e tenuti insieme senza l’uso dei chiodi.Le tecniche decorative che arricchiscono mobili e cornici, sono rappresentati da volute, riccioli, palmette, cimase a timpano, cornucopie stilizzate.I legni usati sono l’acero,la betulla, il pero, il noce, il frassino, il faggio curvato a vapore mediante il quale furono realizzate le famose sedie Thonet dal nome del suo costruttore: Michael Thonet.Le cornici hanno forma squadrata ed impiallacciate e decorate con sottili filettature geometriche o decori stilizzati. In Francia l’Ecclettismo fu chiamato stile Luigi Filippo detto il “re borghese”. Nasce tra il 1830 ed il 1840. In questo periodo storico, il mobilio assume linee pesanti e tondeggianti, ad imitazione dello stile  settecentesco:Archi e rosoni gotici, intarsi geometrici e floreali, intarsi porcellanati.La lavorazione di tipo industriale, viene fatta in serie.Gli intagli pesanti, riprendono i motivi gotici, rinascimentali e barocchi. I legni usati sono il mogano,l’ebano,il palissandro,la quercia,il frassino e la radica di noce.Le cornici hanno un’aspetto imponente, ad imitazione dei motivi gotici, rinascimentali e barocchi.

(Articolo a cura di Loredana Rizzo)

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.