ART CITY Bologna

- DATA INIZIO: 27/01/2023

- DATA FINE: 05/02/2023

ART CITY Bologna
27 gennaio – 5 febbraio 2023

artcity.bologna.it

 

Nel 2023 il calendario artistico italiano si apre con l’undicesima edizione di ART CITY Bologna in programma dal 27 gennaio al 5 febbraio.
L’art week con il programma istituzionale di mostre, eventi e iniziative speciali, promossa da Comune di Bologna e BolognaFiere, torna a fare da preludio e accompagnare lo svolgimento di Arte Fiera che si riposiziona nel periodo invernale, dal 3 al 5 febbraio 2023, forte della tradizione di fiera di settore più longeva a livello nazionale e luogo privilegiato per scoprire le anticipazioni della scena artistica contemporanea, con un’attenzione rivolta sia agli artisti affermati che alle nuove generazioni.

Diretta per il sesto anno da Lorenzo Balbi, direttore di MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, ART CITY Bologna torna a riflettere la ricchezza e la vitalità espresse dalla città nel campo della cultura contemporanea attraverso la messa in rete delle variegate proposte offerte dal sistema di istituzioni pubbliche e organizzazioni private.

È nella dilatazione spaziale e nei fluidi slittamenti di confini che, nel suo percorso di crescita e consolidamento, il progetto ha infatti trovato una cifra distintiva come progetto culturale collaterale alla kermesse fieristica. I pubblici plurali che frequentano abitualmente la città nel periodo di Arte Fiera possono, infatti, non solo trovare un calendario serrato di inaugurazioni, eventi e iniziative speciali ma soprattutto vivere l’esperienza corale di un’intera città partecipante, in cui gli spazi amplificano e arricchiscono le possibilità dei progetti espositivi accolti, risultando complementari.

Una forma diffusa di alleanza tra città, fiera, arte e cultura davvero unica e peculiare nel panorama nazionale.

Nell’edizione 2023 il main program sarà articolato in uno special project e in 12 main projects che, come di consueto, andranno a comporre una proposta ampiamente rappresentativa delle pratiche artistiche contemporanee.

Special project

Vaiva Grainytė, Lina Lapelytė, Rugilė Barzdžiukaitė. Have a Good Day! | Teatri di Vita

Main projects
Yuri Ancarani. Atlantide 2017 – 2023  | MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna | Sala delle Ciminiere
Katerina Andreou. BSTRD | Nuovo Parcheggio Stazione – Roof 5° piano
Bettina Buck. Finding Form | Sala Convegni Banca di Bologna – Palazzo De’ Toschi
Nathalie Djurberg. Putting Down the Prey  | Cassero LGBTI+ Center
Roberto Fassone + Ai Lai + LZ. And We Thought III | Alchemilla
Eva Marisaldi. Guarda caso | LabOratorio degli Angeli
Jonas Mekas. Under the Shadow of the Tree | Padiglione de l’Esprit Nouveau
Gerold Miller | KAPPA-NÖUN
Lucy + Jorge Orta. Seeking Blue Gold | Oratorio di San Filippo Neri
Patrick Procktor. A View From a Window | Palazzo Bentivoglio
Agnes Scherer. The Teacher | Sala Studio Teatri di Vita
Dominique White. Fugitive of the State(less) | Bagni di Mario (Conserva di Valverde)

È confermata inoltre la partecipazione corale da parte di musei, fondazioni, spazi istituzionali, Associazione gallerie Bologna, spazi espositivi e gallerie indipendenti, che completeranno l’offerta artistica con un ricco calendario di mostre, performance, eventi, installazioni, talk e incontri, evidenziando la forza di un sistema culturale plurale, diffuso, generatore di energie creative e connessioni.
Proiettandosi oltre i confini urbani, in una sfera territoriale ancora più estesa e policentrica che interesserà l’intera area metropolitana di Bologna, il programma sarà animato complessivamente da oltre 150 eventi.

Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Posted on
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
Posted on
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
Posted on
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Posted on
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Posted on
Previous
Next
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.