Alpimagia: riti, leggende e misteri dei popoli alpini

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari e condizioni d’ingresso nel sito

- DATA FINE: 18/10/2021

- LUOGO: BOLZANO – Museo Civico

- INDIRIZZO: Via cassa di risparmio 34

- TEL: +39 0471 997960

Una bella mostra fotografica sul tema delle Alpi per celebrare i 100 anni dalla nascita del CAI di Bolzano

Alpimagia: riti, leggende e misteri dei popoli alpini

 

 

E’stata prorogata al 18 ottobre 2021 la chiusura del progetto fotografico di Stefano Torrione con la mostra Alpimagia: riti, leggende e misteri dei popoli alpini.

La Mostra è promossa dal Club Alpino Italiano e si inserisce nei festeggiamenti del CAI sezione di Bolzano per i suoi 100 anni dalla costituzione avvenuta il 21 marzo 1921.

Le stupende immagini fotografiche di Stefano Torrione toccano tutte le regioni dell’arco alpino e parlano di Alpi, di Dolomiti.

Esse raccontano la storia, le tradizioni, la cultura dei popoli della montagna.

Il Fotografo ripercorre le tappe di un Anno Solare nelle Alpi, documentando riti e leggende popolari, parti integranti della cultura e delle tradizioni delle genti di montagna.

L’esposizione presenta 78 fotografie di grande formato che mettono in mostra più di settanta eventi, tra Liguria e Friuli, documentati dall’autore nei cinque anni di lavoro dedicati al progetto.

Le Alpi sono le montagne più famose al Mondo, le più popolate, le più raccontate e studiate.

C’è un filo conduttore di Magia e Mistero che lega tutti i riti che vengono rappresentati e che segnano il rapporto intrinseco che le popolazioni autoctone hanno con il territorio, con il calendario della vita contadina e con la natura circostante.

Leggende e miti sono presenti in gran numero come la leggenda delle Anguane o quella dell’Uomo Selvatico e dei Krampus.

Non pochi sono poi gli eventi tradizionali, dai fuochi in occasione dell’Epifania a quelli del Solstizio d’estate, dai falò del Diavolo a quelli in alta quota, dalle rappresentazioni dei Lupi a quelle degli Orsi, dai riti Primaverili a quelli di Aratura propiziatoria, dai Guaritori mistici ai riti Arborei, dalla notte delle Streghe a quella delle Stelle e poi i carnevali e le feste religiose.

ORARI DI APERTURA

  • Martedì>domenica 10.00 – 16.00
  • NB Dal 6 agosto eccesso consentito solo i possessori del Green Pass di vaccinazione anticovid19

INFO

Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
Posted on
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
Posted on
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
Posted on
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Posted on
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne
Posted on
Previous
Next
Petit tour # 71. Daniele Calabi. Sistemazione dell’ex Convento dei Tolentini a nuova sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, 1960-1964
CEN LONG. Sowing hope/Seminare speranza
NATURA/UTOPIA. L’arte tra ecologia, riuso e futuro
LO SGUARDO DEL SENTIRE. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Sguardi di intesa. La moda fotografata dalle donne

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.