#UCRAINA IMMAGINI DI GUERRA

si propone di controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari di apertura, di ultimo ingresso e condizioni di accesso in relazione alle vigenti normative ANTICOVID

- DATA INIZIO: 17/11/2022

- DATA FINE: 29/01/2023

- LUOGO: LOSANNA - PHOTO ELYSEE

- INDIRIZZO: Place de la Gare 17 - 1003 Lausanne. CH

- TEL: +41 21 318 44 00

Un rapporto tra immagini prodotte da professionisti attenti a rappresentare l’oggettività dei fatti e una immensità di immagini, di qualità anche buona ma usate spesso per interpretare in modo soggettivo le terribili vicende belliche.

#UCRAINA IMMAGINI DI GUERRA

 

 

LOSANNA – PHOTO ELYSEE Place de la Gare 17 – 1003 Lausanne. CH

Dal 17/11/2022 al 29/01/2023

Il museo cantonale della fotografia PHOTO ELYSEE di Losanna è uno dei più importanti musei dedicati alla fotografia riconosciuti a livello internazionale.

Dalla sua creazione, che risale al 1985, il Museo s’interroga sulla fotografia e ne diffonde la conoscenza grazie a pubblicazioni di riferimento, mostre innovative ed eventi aperti al grande pubblico.

Dal 15 novembre 2022 viene proposta una mostra di scottante attualità, #UCRAINA. IMMAGINI DI GUERRA, un’esposizione collettiva con gli scatti di

Eric Bouvet (FR 1961)

Lisa Bukreyeva (UA 1993)

Igor Chekachkov (UA 1989)

Maxim Dondyuk (UA 1983)

Rafał Milach (PL 1978)

Anton Shebetko (UA 1990)

Michel Slomka (FR 1986)

Elena Subach (UA ??).

La guerra in Ucraina beneficia di una copertura visiva e mediatica senza precedenti.

Numerosi fotoreporter si recano sul terreno per consegnarvi le loro immagini.

Oltre agli artisti che ricorrono alla fotografia, anche abitanti, civili e militari producono e condividono le immagini che pubblicano quotidianamente su varie piattaforme.

Una parte limitata di questa produzione arriva fino a noi, attraverso i nostri contatti, i social o i media.

Vita quotidiana, propaganda, giornalismo, produzione artistica, la fotografia è imprescindibile da questo conflitto.

Fin dalle prime ore, si assiste a campagne mediatiche molto ben controllate, che utilizzano alla perfezione i codici del mondo digitale.

I loro istigatori sanno come puntare sui vari social, in modo da esportare lo sforzo bellico.

Queste campagne disinibite invitano a creare e condividere senza remore.

Le narrazioni visive invadono lo spazio e dimostrano una creatività illimitata.

A tal punto che ci si può chiedere se le fotografie giornalistiche dominano ancora le nostre rappresentazioni degli eventi.

Le immagini che circolano per posta elettronica e sui social, prodotte da dilettanti o professionisti, offrono numerose possibilità di controcampi.

Conviene allora chiedersi se questa profusione di immagini è soltanto rumore o se, al contrario, aiuta a definire i fatti.

il conflitto diventa altresì un luogo di sperimentazione di immagini.

Parallelamente, compaiono nuove pratiche.

Tra di loro, la fotogrammetria e la tokenizzazione si stanno diffondendo. Ricostruzioni tridimensionali di rovine si ritrovano su siti in 3D destinati al grande pubblico.

Le immagini vengono vendute come NFT sui mercati popolari.

I Giovani artisti sopra citati sono stati quindi invitati a presentare le loro interpretazioni anche per aiutare a dare un valore più oggettivo alle immagini.

ORARI

  • Mercoledì > lunedì 10.00 – 18.00 (giovedì chiude ore 20.00)

INFO

Dallo splendore alle incertezze. 1910-1950 Storia di una collezione privata
Dallo splendore alle incertezze. 1910-1950 Storia di una collezione privata
Posted on
Fabio Di Lizio: “Sottosuolo” in mostra a L’Aquila
Fabio Di Lizio: “Sottosuolo” in mostra a L’Aquila
Posted on
Nel tempo
Nel tempo
Posted on
GAE AULENTI
GAE AULENTI
Posted on
UZBEKISTAN: l’Avanguardia nel deserto. La Forma e il Simbolo
UZBEKISTAN: l’Avanguardia nel deserto. La Forma e il Simbolo
Posted on
Previous
Next
Dallo splendore alle incertezze. 1910-1950 Storia di una collezione privata
Fabio Di Lizio: “Sottosuolo” in mostra a L’Aquila
Nel tempo
GAE AULENTI
UZBEKISTAN: l’Avanguardia nel deserto. La Forma e il Simbolo

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.