Robert Bosisio. Fluttering Lights

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari di apertura, di ultimo ingresso e condizioni di accesso in relazione alle vigenti normative ANTICOVID

- DATA INIZIO: 21/10/2022

- DATA FINE: 20/01/2023

- LUOGO: ORTISEI (Bolzano)- Galleria Doris Ghetta

- INDIRIZZO: Pontives 8

- TEL: +39 393 9323927

Torna in Italia con una mostra di inediti a Ortisei l’artista altoatesino Robert Bosisio dopo i successi delle mostre in Cina e in Giappone.

Robert Bosisio. Fluttering Lights

 

 

ORTISEI (Bolzano)- Galleria Doris Ghetta Pontives 8

Dal 21/10/2022 al 20/01/2023

Dopo il successo internazionale delle sue mostre in Cina e Giappone, Robert Bosisio (1963 Trodena Bolzano) torna in Italia con una nuova serie di opere, che presenta per la prima volta in una mostra personale.

Alla Galleria Doris Ghetta di Ortisei si è infatti inaugurata il 21 ottobre 2022, con la presenza dell’artista, la mostra Fluttering Lights.

Con una selezione delle sue opere più recenti, Robert Bosisio porta ad Ortisei un dialogo inedito tra volti, corpi, orizzonti e paesaggi, a testimonianza della sua appassionata esplorazione della luce e della pittura.

Attento alle minime variazioni di luce, nelle sue opere l’artista altoatesino trasforma corpi in paesaggi e paesaggi in luce oltre che colore, trasfigurando la percezione dello spazio e il confine tra il reale e il magico.

Nelle sue opere Robert Bosisio usa il mezzo pittorico per sviluppare una ricerca sul colore, sulla percezione interiore dello spazio e degli oggetti e sugli effetti atmosferici.

Le sue tele rappresentano nature morte, interni, paesaggi in cui i contorni sono sfumati e sfuocati.

Bosisio ha sviluppato negli anni una pratica che prevede l’applicazione multipla di strati di pittura ad olio, resina alchidica, pigmenti e cenere, ma affonda le sue radici in qualcosa di più profondo e intimo: il desiderio di comprendere meglio la percezione, ovvero come guardare il mondo.

Bosisio, infatti, ripone grande fiducia nella pittura, uno strumento che può guardare indietro a una tradizione millenaria e tuttavia parlare un linguaggio contemporaneo.

Egli ritorna più volte sulle opere e il ritmo del suo lavoro lento, una lentezza che coinvolge anche lo sguardo dello spettatore, che si sofferma davanti alle sue opere per percepirne la ricchezza cromatica e le declinazioni della luce, raggiungendo gradualmente uno stato di calma e serenità.

ORARI DI APERTURA

  • Martedì > venerdì 15.00 – 18.00
  • o su appuntamento

INFO

Dallo splendore alle incertezze. 1910-1950 Storia di una collezione privata
Dallo splendore alle incertezze. 1910-1950 Storia di una collezione privata
Posted on
Fabio Di Lizio: “Sottosuolo” in mostra a L’Aquila
Fabio Di Lizio: “Sottosuolo” in mostra a L’Aquila
Posted on
Nel tempo
Nel tempo
Posted on
GAE AULENTI
GAE AULENTI
Posted on
UZBEKISTAN: l’Avanguardia nel deserto. La Forma e il Simbolo
UZBEKISTAN: l’Avanguardia nel deserto. La Forma e il Simbolo
Posted on
Previous
Next
Dallo splendore alle incertezze. 1910-1950 Storia di una collezione privata
Fabio Di Lizio: “Sottosuolo” in mostra a L’Aquila
Nel tempo
GAE AULENTI
UZBEKISTAN: l’Avanguardia nel deserto. La Forma e il Simbolo

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.