MAURIZIO MOCHETTI. Scatola del tempo

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari di apertura, di ultimo ingresso e condizioni di accesso in relazione alle vigenti normative ANTICOVID

- DATA INIZIO: 22/10/2022

- DATA FINE: 05/02/2023

- LUOGO: BOLOGNA – Galleria Enrico Astuni

- INDIRIZZO: Via Iacopo Barozzi, 3/D-E-F – 40126 Bologna

- TEL: +39 051 4211132

Maurizio Mochetti ha concepito la mostra Scatola del tempo come un’unica grande installazione a partire dal dialogo tra dieci opere realizzate nel corso degli ultimi dieci anni (2012-2022)

MAURIZIO MOCHETTI. Scatola del tempo

 

 

BOLOGNA – Galleria Enrico Astuni Via Iacopo Barozzi, 3/D-E-F – 40126 Bologna

Dal 22/10/2022 al 05/02/2023

La Galleria Enrico Astuni viene fondata nel 1992 da Enrico Astuni a Fano, Marche.

Sin dal principio emergono il forte interesse e l’orientamento della Galleria a sostenere la ricerca e la produzione artistica, unitamente ad un forte impegno sul territorio in sinergia con le istituzioni pubbliche.

Dal 2009 la galleria ha aperto la sua nuova sede a Bologna.

Oggi la Galleria Enrico Astuni segue una linea curatoriale orientata al confronto e al dialogo tra maestri storicizzati e giovani artisti già affermati a livello internazionale.

Fino al 5 febbraio 2023 la galleria presenta la mostra MAURIZIO MOCHETTI. Scatola del tempo, a cura di Lorenzo Bruni.

Scatola del tempo è la mostra che Maurizio Mochetti ha specificatamente ideato in relazione allo spazio della Galleria Enrico Astuni concependola come un’unica grande installazione a partire dal dialogo tra dieci opere realizzate nel corso degli ultimi dieci anni (2012-2022).

Tale dialogo è stato ulteriormente espanso, alterato e puntualizzato dalla presenza di alcuni lavori storici – realizzati in decenni differenti – selezionati poiché́ particolarmente in sintonia con l’attuale dibattito dell’arte, della filosofia e delle recenti ricerche scientifiche.

Tra gli interventi di ultima produzione possono essere citati Bang – da una dimensione all’altra del 2016, È tutta un’altra storia (vasi laser) del 2014, Puzza nera e Puzza rossa del 2016.

Questi convivono con alcuni lavori del passato quali Calotte – oggetto polimerico del 1966, Bachem Natter con specchio del 1977, Rimbalzi all’interno di una sfera del 1989 e Freccia laser su cristallo del 1991.

Le opere in mostra pur adottando elementi eterogenei – come laser, frecce, modellini di automobili, vasi antichi – sono accomunate dalla volontà̀ di visualizzare la possibilità̀ di superare i limiti con cui percepiamo e concepiamo normalmente la realtà che ci circonda.

Per questo motivo l’artista sovverte il consolidato rapporto tra causa ed effetto attraverso il quale viene abitualmente concepita l’esistenza delle cose e dei fatti.

Come evidenziato dal curatore nel catalogo, in questa mostra è lo spazio volumetrico della Galleria a divenire una scatola del tempo, in cui tutte le opere sono potenzialmente un attivatore di confronto tramite la decisione da parte dell’osservatore di dedicargli il suo tempo, ma anche viceversa. Condizione ottenuta attraverso la materializzazione dell’idea invece che dalla smaterializzazione dell’oggetto e dell’opera d’arte.

ORARI DI APERTURA

  • Lunedì > venerdì 9.00 – 13.00 / 15.00 – 19.00.
  • Sabato e domenica su appuntamento.

INFO

Una stagione romantica al Palazzetto Bru Zane: passione violoncello e celebrazioni per Georges Bizet
Una stagione romantica al Palazzetto Bru Zane: passione violoncello e celebrazioni per Georges Bizet
Posted on
Arte Laguna Prize: i finalisti delle edizioni 18ᵃ e 19ᵃ
Arte Laguna Prize: i finalisti delle edizioni 18ᵃ e 19ᵃ
Posted on
PARK EUN SUN. L’eredità della scultura
PARK EUN SUN. L’eredità della scultura
Posted on
MARIO ARLATI. LORO all’Alpemare
MARIO ARLATI. LORO all’Alpemare
Posted on
BALLO&BALLO.  Fotografia e design a Milano, 1956-2005
BALLO&BALLO. Fotografia e design a Milano, 1956-2005
Posted on
Previous
Next
Una stagione romantica al Palazzetto Bru Zane: passione violoncello e celebrazioni per Georges Bizet
Arte Laguna Prize: i finalisti delle edizioni 18ᵃ e 19ᵃ
PARK EUN SUN. L’eredità della scultura
MARIO ARLATI. LORO all’Alpemare
BALLO&BALLO. Fotografia e design a Milano, 1956-2005

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.