IL PAESAGGIO. Sentieri battuti e nuove prospettive

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari di apertura, di ultimo ingresso e condizioni di accesso in relazione alle vigenti normative ANTICOVID

- DATA INIZIO: 17/12/2022

- DATA FINE: 05/03/2023

- LUOGO: BAGNACAVALLO (Ravenna) Museo civico delle Cappuccine

- INDIRIZZO: via Vittorio Veneto 1/a

- TEL: +39 0545 280913

Un’incredibile collettiva con maestri che con le loro opere aiutano a capire la natura

IL PAESAGGIO. Sentieri battuti e nuove prospettive

 

 

BAGNACAVALLO (Ravenna) Museo civico delle Cappuccine via Vittorio Veneto 1/a

Dal 17/12/2022 al 05/03/2023

La discussione su cosa sia oggi il paesaggio, sulle sue precarie condizioni, dovute non unicamente al cambiamento climatico, alla sua considerazione a livello urbano, sociale e anche umano, ai tentativi introdotti per tracciarne una documentazione e indirizzarne l’evoluzione su binari più rispettosi, sono piani paralleli e argomenti su cui si stanno sviluppando studi, ricerche e approfondimenti che negli ultimi anni stanno arrivando a conclusioni tanto raffinate quanto affascinanti.

Non pare quindi banale affrontare il discorso sul paesaggio anche dal versante culturale e artistico e portare contributi alla discussione partendo dalla visione di chi, attraverso un punto di osservazione meno strettamente scientifico, può offrire uno strumento prospettico per analizzare questo tema con occhi diversi.

La mostra IL PAESAGGIO. Sentieri battuti e nuove prospettive che si inaugura il 17 dicembre negli spazi del Muso Civico delle Cappuccine a Bagnacavallo propone un percorso non cronologico ma tematico e stilistico per suggerire rimandi e affinità, immaginata come una vera e propria passeggiata.

L’esposizione si apre con una prima sezione nella quale la strada è indicata da alcuni maestri del Novecento che hanno tracciato le linee lungo le quali si è sviluppata l’arte del XX secolo, Carlo Carrà, William Congdon, Giorgio Morandi, Ennio Morlotti, Mario Schifano, Mario Sironi.

Seguono poi 2 sezioni dedicate agli elementi che costituiscono il paesaggio naturale:

Acqua, nella quale sono presenti opere di Ermes Bajoni, Luca Barberini, Ettore Frani, Guido Guidi, Virgilio Guidi, Federica Giulianini, Roberto Pagnani, Marco Palmieri, Marina Paris, Armando Pizzinato.

 Terra, con opere di Paola Babini, Giulia dall’Olio, Massimiliano Fabbri, Andrea Francolino, Takako Hirai, Ernesto Treccani, Giorgia Severi, Carlo Zauli.

Una successiva sezione racconta il Sogno del paesaggio e vede esposte opere di CaCo3, Andrea Chiesi, Josè D’apice, Eron, Filippo Farneti, Manuel Felisi, Enrico Lombardi, Giuseppe Maestri, Enrico Minguzzi, Enzo Morelli, Mattia Moreni, Marco Neri, Massimo Pulini, Giulio Ruffini, Salvo, Tono Zancanaro, Carlo Zauli.

Chiude la mostra un’ultima sezione con un ulteriore elemento naturale: Aria nella quale si fronteggiano un’opera di aeropittura futurista di Tato e un dipinto di Fabio Giampietro, a chiudere il cerchio spaziale e temporale del percorso.

Artisti che non hanno bisogno di essere presentati e che rendono questa mostra straordinaria.

 

ORARI DI APERTURA

  • Martedì e mercoledì: 15.00-18.00
  • giovedì: 10.00-12.00 / 15.00-18.00
  • venerdì, sabato e domenica: 10.00-12.00 / 15.00-19.00

 INFO

centroculturale@comune.bagnacavallo.ra.it

Una stagione romantica al Palazzetto Bru Zane: passione violoncello e celebrazioni per Georges Bizet
Una stagione romantica al Palazzetto Bru Zane: passione violoncello e celebrazioni per Georges Bizet
Posted on
Arte Laguna Prize: i finalisti delle edizioni 18ᵃ e 19ᵃ
Arte Laguna Prize: i finalisti delle edizioni 18ᵃ e 19ᵃ
Posted on
PARK EUN SUN. L’eredità della scultura
PARK EUN SUN. L’eredità della scultura
Posted on
MARIO ARLATI. LORO all’Alpemare
MARIO ARLATI. LORO all’Alpemare
Posted on
BALLO&BALLO.  Fotografia e design a Milano, 1956-2005
BALLO&BALLO. Fotografia e design a Milano, 1956-2005
Posted on
Previous
Next
Una stagione romantica al Palazzetto Bru Zane: passione violoncello e celebrazioni per Georges Bizet
Arte Laguna Prize: i finalisti delle edizioni 18ᵃ e 19ᵃ
PARK EUN SUN. L’eredità della scultura
MARIO ARLATI. LORO all’Alpemare
BALLO&BALLO. Fotografia e design a Milano, 1956-2005

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.