Giuseppe Penone

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari di apertura, di ultimo ingresso e condizioni di accesso in relazione alle vigenti normative ANTICOVID

- DATA INIZIO: 08/10/2022

- DATA FINE: 29/01/2023

- LUOGO: WASSENAAR (Olanda) – Voorlinden museum

- INDIRIZZO: Buurtweg 90 - 2244 AG Wassenaar

- TEL: +31 (0)70 51 21 660

Le opere di Penone mettono in luce il rapporto tra arte e natura

Giuseppe Penone

 

 

WASSENAAR (Olanda) – Voorlinden museum  Buurtweg 90 – 2244 AG Wassenaar

Dal 08/10/2022 al 29/01/2023

Il Museo Voorlinden raccoglie, conserva, restaura e presenta al pubblico arte moderna e contemporanea, sia nei propri locali che altrove.

Da sabato 8 ottobre nei suoi locali è possibile scoprire l’opera dell’artista italiano Giuseppe Penone in un’ampia mostra retrospettiva che il Museo dedica ad uno dei più rappresentativi componenti del movimento artistico italiano dell’Arte Povera.

Nato nel 1947 a Garessio, un piccolo paese rurale del Piemonte, Giuseppe Penone ha studiato scultura all’Accademia di Belle Arti di Torino.

 All’età di 21 anni, compie una serie di azioni in cui interviene nel processo di crescita di un giovane albero.

Quest’opera fu notata dal critico Germano Celant che associò il giovane artista al movimento dell’Arte Povera, propugnando un’arte liberata da pratiche e materiali tradizionali per privilegiare il processo creativo a scapito dell’oggetto finito.

Oggi Penone è uno degli artisti italiani più ricercati a livello internazionale.

Per Giuseppe Penone la natura è – e gli alberi in particolare lo sono – sia soggetto che materia.

Nelle sue sculture, installazioni e disegni incorpora tronchi d’albero, foglie, marmo e pelle.

Nella sua opera poetica rivela la nostra intima connessione con la natura e ci rende consapevoli del suo ciclo e delle sue forze creative e trasformative.

Ad esempio, in Ripetere il bosco (1968) Penone stacca gli anelli annuali di un albero per svelarne l’origine e in questo modo sblocca processi di crescita che spesso rimangono invisibili all’occhio umano.

Il suo lavoro stimola tutti i sensi, tatto, vista, olfatto, respiro.

Ne è un esempio l’opera chiave Sculture di linfa (2005-2007), già esposta alla Biennale di Venezia, un’installazione immersiva, dove il visitatore può annusare la pelle che riveste le pareti e scoprire i motivi di una corteccia d’albero stampati sulle pelli degli animali.

Il visitatore prova realmente la sensazione di entrare all’interno di un albero.

La mostra del Voorlinden Museum consolida un rapporto con l’artista italiano che risale agli anni Novanta, quando la sua scultura in bronzo Biforcazione (1991) è entrata a far parte del giardino di sculture.

Voorlinden mostra opere giovanili e recenti, sculture iconiche e installazioni immersive, alternate a opere più modeste e intime di Penone.

 

ORARI DI APERTURA

  • Tutti i giorni 11.00 – 17.00

INFO

ARTE PADOVA 2024. 34^ Mostra mercato d’arte moderna e contemporanea
ARTE PADOVA 2024. 34^ Mostra mercato d’arte moderna e contemporanea
Posted on
AMART  2024.  Antiquariato un piacere contemporaneo
AMART 2024. Antiquariato un piacere contemporaneo
Posted on
Dino Ignani. Dark Portraits
Dino Ignani. Dark Portraits
Posted on
NINO MIGLIORI. Settanta
NINO MIGLIORI. Settanta
Posted on
ALBERTO MARTINI. La Danza Macabra
ALBERTO MARTINI. La Danza Macabra
Posted on
Previous
Next
ARTE PADOVA 2024. 34^ Mostra mercato d’arte moderna e contemporanea
AMART 2024. Antiquariato un piacere contemporaneo
Dino Ignani. Dark Portraits
NINO MIGLIORI. Settanta
ALBERTO MARTINI. La Danza Macabra

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.