Fragilità resistente. ANSELM KIEFER Dalla collezione Terrae Motus della Reggia di Caserta

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari e condizioni d’ingresso nel sito

- DATA INIZIO: 12/06/2021

- DATA FINE: 07/11/2021

- LUOGO: MONDOVÌ – Museo della Ceramica

- INDIRIZZO: Palazzo Fauzone di Germagnano - Piazza Maggiore 1

Un’opera dell’artista tedesco Anselm Kiefer realizzata per il Terremoto dell’Irpinia del 1980  in mostra a Mondovì dopo il restauro.

Fragilità resistente. ANSEL KIEFER Dalla collezione Terrae Motus della Reggia di Caserta

 

 

Il progetto di questa mostra nasce dalla collaborazione tra la Fondazione di origine bancaria CRC, il Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale”, la Reggia di Caserta, il Museo della Ceramica e il Comune di Mondovì.

Il titolo della mostra Fragilità resistente sottolinea la ripresa del Museo della Ceramica dopo la chiusura dovuta alla pandemia e ha il suo focus sulla presentazione di un restauro straordinario come quello dell’opera di Anselm Kiefer ‘Et la terre tremble encore, d’avoir vu la fuite des géants’ che non solo coniuga pittura e terracotta, materia alla base della produzione ceramica, ma che, con il suo messaggio, rievoca un momento catastrofico pari a quello attuale, in parte sublimato nel messaggio artistico della fragilità e resistenza della terra argillosa utilizzata da Kiefer.

Anselm Kiefer nasce a Donaueschingen, in Germania, l’8 marzo 1945. Dopo un iniziale interesse per gli studi di legge, nel 1966 decide di cambiare percorso dedicandosi agli studi artistici prima a Friburgo, poi all’Accademia di Belle arti di Karlsruhe (1969).

Quando approfondì il suo percorso formativo alla Staatliche Kunstakademie di Düsseldorf (1970), ebbe occasione di incontrare l’artista concettuale Joseph Beuys.

Sarà lui a incoraggiarlo all’uso di enormi tele e all’inserimento nei suoi lavori di una serie di simboli visivi per commentare ironicamente alcuni aspetti tragici della storia e della cultura tedesca.

Nel 1982 Kiefer realizzò quest’opera, ‘Et la terre tremble encore, d’avoir vu la fuite des géants’ che fu presentata all’interno di una mostra allestita per ricordare il terremoto del 23 novembre 1980 che devastò l’Irpinia, come risposta alla distruzione tramite l’arte e come possibile contributo al processo di ricostruzione.

L’opera di Kiefer, che è entrata a far parte della Collezione Terrae Motus della Reggia di Caserta, si incentrò sul tema della Battaglia di Waterloo.

Lo scontro finale tra Napoleone e il generale Wellington si trasforma in una simbolica catastrofe storica, nella quale la natura assiste muta allo svolgersi degli eventi e rimane ferita, lacerata come un ‘terremoto’ che annienta e distrugge ogni cosa.

L’opera di Anselm Kiefer ha una forte forza evocativa ed emotiva.

La natura assiste muta allo svolgersi degli eventi e rimane ferita, lacerata come un ‘terremoto’ che tutto annienta e distrugge.

In ragione di ciò Kiefer fa ricorso sulla superficie del dipinto alla scrittura quale parola poetica, lasciandola vagare libera e trasformandola in racconto fantastico, letterario e poetico che si sottrae alla pesantezza della materia.

Il quadro presenta un’enorme ferita centrale, resa dall’uso della terracotta che, come una grande crepa della natura, è solcata da segni neri, i cui tratti assumono quasi l’aspetto di un sismografo impazzito.

Opera molto delicata che ha avuto bisogno di un impegnativo intervento di restauro da parte del Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale”.

Dal 12 giugno L’opera di Kiefer è esposta a Mondovì prima di essere restituita al Museo e inserita nel nuovo percorso espositivo della Reggia di Caserta.

 

ORARI DI APERTURA

  • giovedì e venerdì 15.00 – 18.00
  • sabato e domenica 10.00 – 18.00
  • (fino al 12 settembre chiude ore 19.00)
  • Accesso consentito esclusivamente previa esibizione del gree pass.

INFO

ARTE PADOVA 2024. 34^ Mostra mercato d’arte moderna e contemporanea
ARTE PADOVA 2024. 34^ Mostra mercato d’arte moderna e contemporanea
Posted on
AMART  2024.  Antiquariato un piacere contemporaneo
AMART 2024. Antiquariato un piacere contemporaneo
Posted on
Dino Ignani. Dark Portraits
Dino Ignani. Dark Portraits
Posted on
NINO MIGLIORI. Settanta
NINO MIGLIORI. Settanta
Posted on
ALBERTO MARTINI. La Danza Macabra
ALBERTO MARTINI. La Danza Macabra
Posted on
Previous
Next
ARTE PADOVA 2024. 34^ Mostra mercato d’arte moderna e contemporanea
AMART 2024. Antiquariato un piacere contemporaneo
Dino Ignani. Dark Portraits
NINO MIGLIORI. Settanta
ALBERTO MARTINI. La Danza Macabra

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.