DIANA POLICARPO. LIQUID TRANSFERS

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari di apertura, di ultimo ingresso e condizioni di accesso in relazione alle vigenti normative ANTICOVID

L’artista Diana Policarpo, vincitrice del Premio illy Present Future 2021 ad Artissima, presenta una installazione audio video multicanale che ha al centro la sua ricerca il fungo noto come ergot.

DIANA POLICARPO. LIQUID TRANSFERS

 

 

TORINO- Fondazione Sandretto Re Rebaudengo Via Modane 16 Torino

Dal 03/11/2022 al 08/01/2023

La Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, fondata a Torino nel 1995, diffonde e promuove l’arte contemporanea, cercando di avvicinare un pubblico sempre più ampio con le sue esposizioni e tramite corsi d’arte per adulti.

La Fondazione svolge un servizio di mediazione culturale per accompagnare il visitatore attraverso il percorso espositivo ed è promotrice di un programma di progetti sperimentali e interculturali.

Sostiene gli artisti, anche tramite la committenza di nuove opere d’arte.

Spesso le iniziative sono avviate in sinergia con altre istituzioni per la diffusione e la valorizzazione dell’arte.

Dal 3 novembre è allestita presso gli spazi della fondazione la mostra DIANA POLICARPO. LIQUID TRANSFERS, a cura di Bernardo Follini in collaborazione con Artissima e il sostegno di Illy.

Si tratta infatti di una mostra personale di Diana Policarpo, artista vincitrice del Premio illy Present Future 2021, iniziativa promossa da Illy caffè e Artissima.

Nel suo lavoro, Policarpo attraversa le discipline della storia, dell’antropologia culturale e della biogenetica, incrociando il genere documentaristico a quello della fiction speculativa.

Liquid Transfers è un’installazione audio video multicanale che segue il formato del video essay.

L’opera costituisce il nuovo episodio di una più ampia ricerca dell’artista dedicata all’universo dei funghi e alle implicazioni economiche, sociali e politiche del loro impiego nel corso della storia moderna e contemporanea.

Al centro del progetto si trova la Claviceps purpurea, meglio nota come ergot, fungo storicamente associato a epidemie e conseguenti episodi di isteria di massa, ma anche all’area dei saperi medici tradizionali.

Piccole dosi di ergot erano infatti impiegate da guaritici e ostetriche per praticare aborti e per effettuare trattamenti pre- e postparto.

Il lavoro si focalizza sull’uso dell’ergot nei programmi militari sperimentali del secondo dopoguerra e sui processi di capitalizzazione (scientifica, medica e infine bellica) che hanno coinvolto il parassita.

Liquid Transfers ricostruisce queste vicende e approfondisce i punti di incontro storici tra il fungo e le strutture di potere della società.

Intrecciando ecologia, politiche di genere e salute, l’opera propone un’analisi speculativa della relazione tra sfruttamento delle risorse naturali e i sistemi di costruzione e controllo del comportamento sociale.

 

DATA INIZIO: 03/11/2022

DATA FINE: 08/01/2023

LUOGO: TORINO- Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

INDIRIZZO: Via Modane 16 Torino

ORARI DI APERTURA

  • Giovedì 20.00 -23.00
  • Venerdì > domenica 12.00 – 19.00

INFO

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.