Alberto Biasi. Tuffo nell’Arcobaleno

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari e condizioni d’ingresso nel sito. NB obbligo Green Pass per accedere agli spazi espositivi chiusi

- DATA INIZIO: 13/10/2021

- DATA FINE: 20/02/2022

- LUOGO: ROMA– Museo dell’Ara Pacis

- INDIRIZZO: Lungotevere in Augusta

In mostra all’Ara Pacis uno dei maestri dell’Arte Cinetica e dell’Arte Programmata in Italia.

Alberto Biasi. Tuffo nell’Arcobaleno

 

 

L’Ara Pacis è una delle più maestose e raffinate opere che Roma antica abbia tramandato fino ai giorni nostri.

L’intervento dell’architetto Richard Meier, pur tra polemiche, ha inserito L’ara Pacis in nuovo complesso museale che difende l’Ara e al tempo stesso ospita anche importanti mostre temporanee.

Con oltre 60 opere provenienti da Musei e collezioni private, dal 13 ottobre arriva al Museo dell’Ara Pacis una grande mostra su Alberto Biasi.

L’esposizione offre una selezione antologica della produzione del maestro e racconta a tutto tondo l’attività dell’artista incentrata sull’indagine percettiva, attraverso lavori che affrontano poeticamente e scientificamente temi legati alla visione.

Le opere esposte e i 4 ambienti-istallazioni che vanno dal 1959, quando giovanissimo Biasi forma il Gruppo N a Padova, fino al 2014.

Queste opere raccontano a tutto tondo l’attività dell’artista incentrata sull’indagine percettiva, attraverso lavori che affrontano poeticamente e scientificamente temi legati alla visione.

La mostra ricostruisce il percorso creativo di Biasi, uno dei maestri dell’arte cinetica e Programmata in Italia e tra i protagonisti della ricerca artistica italiana del secondo Novecento.

Nel 1959 partecipa infatti a varie manifestazioni artistiche giovanili e con alcuni coetanei studenti di Architettura forma il Gruppo Enne-A.

Nel 1960 espone assieme a Enrico Castellani, Piero Manzoni, Agostino Bonalumi e altri artisti europei alla Galleria Azimut di Milano.

Sempre nel 1960, in un periodo all’insegna dell’innovazione e della sperimentazione, in stretta collaborazione con Manfredo Massironi forma il Gruppo N.

Mentre l’anno seguente aderisce al movimento “Nuove tendenze” e nel 1962, come Gruppo N, espone con Bruno Munari, Enzo Mari e il milanese Gruppo T nella prima mostra dell’Arte Programmata al Negozio Olivetti di Milano.

All’interno della mostra il visitatore incontra gli ambienti, come Light Prisms (Tuffo nell’arcobaleno), Eco e Proiezione di Luci e Ombre, dove Biasi esplora la scomposizione della forma attraverso la luce e l’illusione percettiva che la luce stessa contribuisce a produrre.

ORARI DI APERTURA

  • Tutti i giorni 9.30-19.30
  • Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura

INFO

ARTE PADOVA 2024. 34^ Mostra mercato d’arte moderna e contemporanea
ARTE PADOVA 2024. 34^ Mostra mercato d’arte moderna e contemporanea
Posted on
AMART  2024.  Antiquariato un piacere contemporaneo
AMART 2024. Antiquariato un piacere contemporaneo
Posted on
Dino Ignani. Dark Portraits
Dino Ignani. Dark Portraits
Posted on
NINO MIGLIORI. Settanta
NINO MIGLIORI. Settanta
Posted on
ALBERTO MARTINI. La Danza Macabra
ALBERTO MARTINI. La Danza Macabra
Posted on
Previous
Next
ARTE PADOVA 2024. 34^ Mostra mercato d’arte moderna e contemporanea
AMART 2024. Antiquariato un piacere contemporaneo
Dino Ignani. Dark Portraits
NINO MIGLIORI. Settanta
ALBERTO MARTINI. La Danza Macabra

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.