VERTIGO. Op Art and history of deception 1520-1970

La storia dell’Optical Art partendo dal 500 e considerando l’azione dell’inganno (deception) cioè dell’illusione ottica

 

Vertigo. Op Art and history of deception 1520-1970

VIENNA – MUMOK /Museo Moderner Kunst Stiftung Ludwig
Museumsplatz, 1 – A-1070 Wien

Fino al 26 ottobre 2019

 

Vertigo. Op Art and history of deception 1520-1970
Marina Apollonio Spazio ad attivazione cinetica 6B 1966

 

Vertigo. Op Art and history of deception 1520-1970 è una mostra aperta fino al 26 ottobre a Vienna, vuole ricostruire la storia dell’Optical Art partendo da molto lontano, addirittura dal 500 e considerando l’azione dell’inganno (deception) cioè dell’illusione ottica.

Vertigo non è pertanto un semplice evento espositivo, ma un’azione di riscoperta dei valori di un movimento artistico spesso denigrato come troppo spettacolare e superficiale.

Questo è un equivoco: Op Art rafforza la nostra consapevolezza dell’ambiguità delle apparenze e illustra l’impossibilità di cogliere la “realtà”.

Si parla di arte cinetica, quella che negli anni Sessanta ha visto impegnati nell’esplorare le forme e la criticità della visione autori come Albers, Morellet, Vasarely e gli italiani del Gruppo T di Milano, Varisco, De Vecchi, Colombo o del Gruppo N di Padova, Biasi, Landi.

Tutti autori presenti in mostra.

La novità è che per parlare di Optical Art si va indietro fino al XVI secolo.

Interessante esempio di arte dell’inganno del 500 è Gesù e Maria opera attribuita alla scuola di Guido Reni, da cui muove idealmente il percorso espositivo: una tavola in cui la figura di Cristo con un gioco virtuoso di spostamenti viene a combaciare con quello della Madonna.

Altro classico presente in mostra è Piranesi con le sue “carceri”.

Altro famoso esempio, non in mostra, è poi il quadro Ambasciatori di Holbein il giovane conservato alla National Gallery di Londra ove di traverso sul pavimento si vede una scia indistinguibile che, guardando il dipinto di scorcio, diventa un teschio.

Orari:
Lunedì: 14.00 – 19.00, da martedì a domenica: 10.00 – 19.00
Giovedì: 10.00 – 21.00

 

Informazioni:
Tel: + 43-1-525 00-0, F + 43-1-525 00-1300
E-mail: info@mumok.at

Sito web: https://www.mumok.at/

Leave a Comment

Akira Zakamoto – Atelier Montez

In queste tele rivivono Gundam, Actarus, Devilman e Goldrake. Guerrieri ed eroi, eletti a giustizieri supremi nella pittura di immagini tutt’altro che sentimentali, quanto più evocative e significative Akira Zakamoto – Atelier Montez la mostra dell’artista Akira Zakamoto, che rimarrà

Leggi Tutto »
EQUIPE 48

EQUIPE 48

La soffitta dell’amico si trovava poi in un tratto di portico che ogni giorno percorrevamo con le nostre discussioni, quasi a metà del percorso EQUIPE 48     Ci trovavamo nella soffitta sopra il negozio e l’abitazione di uno degli

Leggi Tutto »
Antonio Verrio The Sea Triumph of Charles II c.1674 The Royal Collection Trust/© Her Majesty Queen Elizabeth II 2019

British Baroque Power and Illusion

Una grande mostra sul barocco britannico e sul ruolo dell’arte nella costruzione di una rinnovata visione della monarchia British Baroque Power and Illusion LONDRA –Tate Britain Millbank, Westminster, London SW1P 4RG Dal 4 febbraio al 19 aprile 2020    

Leggi Tutto »
Giuseppe De Nittis: Westminster, 1878. Olio su tela, cm 110 x 192. Courtesy Marco Bertoli

DE NITTIS e la rivoluzione dello sguardo

Uno speciale gemellaggio culturale tra Ferrara e Barletta con due grandi mostre parallele: Barletta ospita il ferrarese Boldini, Ferrara ospita il barlettano De Nittis DE NITTIS e la rivoluzione dello sguardo FERRARA – PALAZZO DEI DIAMANTI Corso Ercole I d’Este,

Leggi Tutto »
George Brecht Incidental Music 1961. Performed by Ken Friedman, Geoff Hendricks, Al Hansen, and Ben Vautier (left to right) at “Milano Poesia”, Ansaldo, Milan, 1989. Photo: F. Garghetti. Courtesy of Fondazione Bonotto. Copyright © Fabrizio Garghetti. All Rights Reserved.

Sense Sound/Sound Sense

Sense sound/sound sense , grande mostra di Fluxus, movimento radicale d’avanguardia, dalla collezione  dell’imprenditore e collezionista veneto Luigi Bonotto Sense Sound/Sound Sense LONDRA – Whitechapel Gallery Whitechapel High Street – London, E1 United Kingdom FINO AL 2 FEBBRAIO 2020  

Leggi Tutto »